#CARAUNIONE

La lettera del giorno

"Cinque furti in sette anni, la difficile vita di un edicolante a Porto Alabe"

La lettera, che è anche un appello alle Istituzioni, di un esercente del territorio di Tresnuraghes
(foto da frame videolina)
(foto da frame videolina)

"Cara Unione,

dopo l'ennesimo furto alla mia attività, un'edicola tabacchi in località Porto Alabe, a Tresnuraghes, scrivo per portare alla vostra attenzione e a quella delle Istitutzioni, cui più volte mi sono rivolto, alcune considerazioni.

È da anni che chiedo alle Istituzioni più vicine di dotare la località di Porto Alabe di telecamere: ne basterebbero due, per controllare un territorio che ha solo due punti di entrata e uscita.

Mi è stato detto, da diversi anni, che la predisposizione di telecamere del territorio della Planargia è "allo studio", e nei progetti dell'Unione dei Comuni di questo territorio. Non so se questa dichiarazione faccia ridere o piangere, visti i miseri, o inesistenti, risultati pratici.

Solo con la mia attività ho subito, ad oggi e in cinque anni, ben sette tentativi di scasso e/o furto, nell'indifferenza generale. Innumerevoli sono stati anche gli episodi di delinquenza comuni nella zona, come furti di appartamenti e danneggiamenti vari.

Questa marina, malgrado l'impegno delle forze dell'ordine, ha quindi delle problematiche che vanno celermente affrontate. Mi chiedo ancora con quale faccia si continui a parlare di spopolamento, attenzione ai piccoli comuni, attenzione alle piccole comunità locali, quando poi succedono, reiteratamente nel tempo, episodi che minano la tranquillità di cittadini e operatori.

Tengo inoltre a precisare che, nel periodo invernale, nei mesi che vanno da ottobre ad aprile, solo la mia attività fornisce un servizio, e se me ne andassi questa frazione rimarrebbe in uno stato ancora più 'comatoso' di quello che è adesso.

Grazie dell'attenzione, nella speranza che chi di dovere si prenda le proprie responsabilità".

Antonio Sechi - Tresnuraghes

***

Potete inviare le vostre lettere, segnalazioni e contenuti multimediali a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che esprimono opinioni, denunciano disservizi o anomalie e non necessariamente ne condivide il contenuto)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}