Ha ucciso almeno sei bambini una ragazzina kamikaze che si è fatta esplodere nel nord del Camerun, alla frontiera con la Nigeria.

Lo hanno reso noto fonti della sicurezza camerunense.

Stando alle prime informazioni, due persone sono rimaste ferite nell'attacco e l'attentatrice avrebbe agito per conto di Boko Haram.

È solo l'ultimo attentato dell'organizzazione terroristica jihadista, che dal 2014 ha ucciso più di 2mila persone: due giorni fa due civili sono morti in un attentato nell'estremo nord del Camerun, mentre domenica altre 11 persone sono state uccise a Gouderi.

Il Paese vive negli ultimi mesi una escalation di violenza, dopo un periodo di tranquillità tra fine 2016 e inizio 2017.

L'esercito camerunense ha intensificato i controlli al confine con la Nigeria, dove è in costruzione una trincea di 100 chilometri per arginare l'ingresso degli estremisti nel Paese.

Secondo gli esperti, i militanti islamici vogliono trasformare la zona del lago Ciad nel loro nuovo bastione, dopo che l'esercito nigeriano ha guadagnato terreno nel nord della Nigeria.

(Redazione Online/D)

Article Link

L'ALLARME:

© Riproduzione riservata