L'Enac avverte: a Cagliari la continuità territoriale terminerà a ottobre, e visto che il bando per l'affidamento dei nuovi collegamenti è andato deserto, "senza una soluzione alternativa da novembre scatta il libero mercato", ha detto il presidente Vito Riggio ai senatori della commissione Lavori pubblici.

A mettersi di traverso è - ancora una volta - la commissione europea: una eventuale proroga del contratto attualmente in vigore con Alitalia o un affidamento temporaneo ad altre compagnie sono soluzioni "esaminate da Bruxelles" e a quanto pare "non c'è stato assenso".

Dunque da novembre, mentre ad Alghero e Olbia verrà battezzata la nuova continuità, nello scalo cagliaritano potrebbe crollare il ponte aereo con Roma e Milano.

La versione della Regione è un'altra: gli uffici dell'assessorato ai Trasporti stanno lavorando da più di 20 giorni a un nuovo bando per la continuità territoriale di Cagliari, "oggi in fase di avanzata definizione".

Con l'Unione europea sono in corso "fattive interlocuzioni". Non è finita. L'assessore Carlo Careddu se la prende con i vertici Enac: "Spiace constatare che sia proprio l'ente nazionale per l'aviazione civile a sollevare dubbi", invece che "supportare la Regione nel perseguimento delle soluzioni che i sardi meritano e pretendono".

IL SENATORE URAS: "MI DIMETTO":

Article Link
© Riproduzione riservata