SPORT - CALCIO REGIONALE

Eccellenza

I giocatori del Castiadas tornano a casa. È attesa sulle sorti della stagione

Il presidente Pierpaolo Piu: "Sarà tutto più complicato, su questo non ci sono dubbi"
l argentino correa del castiadas (foto andrea serreli)
L'argentino Correa del Castiadas (foto Andrea Serreli)

I giocatori del Castiadas sono tornati a casa, qualcuno (Alvarez) in Spagna dove risiede, altri nella penisola, qualcuno in Argentina. L'allenatore Carlo Cotroneo, a Roma.

Tutti in attesa di sapere che fine farà questa stagione, il valore del secondo posto sin qui ottenuto (dietro il Carbonia), se il campionato sarà sospeso.

Sulla carta,restano da giocare sette partite e il distacco è di sei punti. "Se dovesse riprendere il torneo - dice il presidente dei biancoverdi, Pierpaolo Piu - come tutti ci auguriamo in quanto significherebbe il superamento della situazione critica che stiamo attraversando per via del coronavirus, l’obiettivo sarà quello di vincere tutte le partite sperando in qualche passo falso dei primi della classe".

"Nell'ultima giornata - prosegue - è in programma lo scontro diretto quindi nelle precedenti sei partite dovremo aver recuperato almeno tre punti per poter sperare. Altrimenti dovremo accontentarci dei playoff. Più, magari, cercando di ottenere il passaggio diretto ai playoff nazionali e quindi evitando quelli regionali". Parole e pensieri che avranno un valore? "Non so che dire - dice Piu - : nessuno oggi può sapere se il calcio si fermerà definitivamente per questa stagione, o se invece la stagione potrà continuare magari a maggio o giugno. Ma sarà tutto più complicato, su questo non ci sono dubbi".

© Riproduzione riservata

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...