SPORT - CALCIO

un'altra sconfitta

Vlahovic punisce i rossoblù: Fiorentina-Cagliari 1-0

Joao Pedro sbaglia un rigore. La squadra di Di Francesco ancora ko
il gol di vlahovic (ansa)
Il gol di Vlahovic (Ansa)

Cagliari ancora ko e per la quarta partita consecutiva. In trasferta al Franchi contro la Fiorentina i rossoblù sbagliano un rigore con Joao Pedro nel primo tempo e vengono puniti da Vlahovic nella ripresa. Finisce 1-0 e la squadra sarda resta inchiodata a 14 punti, sempre più risucchiata nella zona retrocessione.

FORMAZIONI - Per il match contro i viola Di Francesco manda in campo Cragno, Pisacane, Walukiewicz, Godin, Lykogiannis, Oliva, Marin, Nainggolan, Sottil, Joao Pedro e Simeone.

Prandelli risponde con Dragowski, Milenkovic, Pezzella, Igor, Caceres, Biraghi, Amrabat, Pulgar, Bonaventura, Callejon e Vlahovic.

Direzione di gara affidata all'arbitro Giacomelli.

PRIMO TEMPO - Il Cagliari parte aggressivo, ma è la Fiorentina ad avere la prima occasione, dopo 11 minuti. A innescarla è un retropassaggio sbagliato di Pisacane, su cui si avventa Vlahovic che prova a dribblare Cragno, ma il portiere rossoblù è bravo a sventare la minaccia, deviando in corner.

Al 25esimo altro brivido: contatto Oliva-Vlahovic nell'area sarda, il bomber viola cade e Giacomelli fischia il penalty. Poi però rivede l'azione e torna sui suoi passi: Vlahovic calcia il piede del numero 21 rossoblù, ma non c'è fallo.

Neanche il tempo di rifiatare e i padroni di casa sfiorano ancora il vantaggio. Cross dalla destra dopo un corner, Pezzella colpisce di testa indisturbato e la palla esce di un soffio alla sinistra di Cragno.

Un duello Sottil-Bonaventura (Ansa)
Un duello Sottil-Bonaventura (Ansa)

Il Cagliari, molto chiuso, si affida al contropiede, ma Nainggolan, come Sottil nei primi minuti, non riesce a trovare il varco giusto per i compagni.

Diverso il copione al 36esimo: il Ninja mette in mezzo dalla destra, Igor stende Joao Pedro e Giacomelli assegna il penalty agli ospiti. Sul dischetto si presenta lo stesso Joao che però sbaglia, anche per la bravura di Dragowski, che intuisce l'angolo e para.

Si resta così sullo 0-0 e a reti bianche le squadre tornano negli spogliatoi.

Il rigore fallito da Joao (Ansa)
Il rigore fallito da Joao (Ansa)

SECONDO TEMPO - Nella ripresa il Cagliari parte con decisione. Nei primi minuti doppio tentativo per Simeone, che prima prova il tiro da distanza siderale (alto), poi imbeccato da Nainggolan cerca la conclusione, deviata in corner.

I padroni di casa rispondono con Caceres, ma Cragno blocca senza problemi il diagonale scoccato dal terzino uruguaiano.

Poi altre due occasioni per parte: Biraghi per la Viola (palla alta) e Simeone per i rossoblù (pallonetto fuori bersaglio).

Le squadre si allungano e i brividi si fanno più frequenti. Al 67' Godin svetta di testa su corner: palla alta di un soffio. Un minuto dopo Bonaventura chiama Cragno a un provvidenziale riflesso.

Al 72' l'equilibrio si rompe: contropiede fulminante di Callejon, che da destra serve in area Vlahovic. Il bomber viola si inserisce alla perfezione e in scivolata trova la deviazione che vale l'1-0.

La reazione del Cagliari porta subito a un'occasionissima: Oliva da destra serve Marin al limite, il numero 8 scocca il tiro ma Dragowski con un miracolo devia di piede sopra la traversa.

A 10 dalla fine Di Francesco procede a un triplo cambio: fuori Nainggolan, acciaccato, Pisacane e Simeone, dentro Ounas, Zappa e Pavoletti. Poi Tramoni e Cerri rilevano Sottil e Oliva.

Ma la trazione anteriore non serve a raddrizzare la partita e nemmeno i tre di recupero. Al triplice fischio i rossoblù devono digerire l'ennesima sconfitta, che li lascia ancora sul ciglio della "zona rossa" classifica.

(Unioneonline/l.f.)

***

LA CRONACA MINUTO PER MINUTO

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}