SPORT - CALCIO

lo sfogo

Cellino contro gli arbitri: "Noi penalizzati, non finiamo una partita in undici"

"Espulsioni, rigori, cartellini gialli, tutto contro di noi. E siamo quelli che hanno fatto meno falli di tutti in serie A"
massimo cellino (archivio l unione sarda)
Massimo Cellino (archivio L'Unione Sarda)

Massimo Cellino tuona contro gli arbitri. Il patron del Brescia, al termine dell'assemblea di Lega Serie A, ha rilasciato dichiarazioni al vetriolo.

"Io spero che alla fine dell'anno si equipari tutto, ma ad oggi mi sembra assurdo quello che sta succedendo alla mia squadra. Tutte le espulsioni, rigori, cartellini gialli che abbiamo avuto, e siamo quelli che hanno fatto meno falli di tutti", ha dichiarato.

"Ultimamente - ha aggiunto l'ex presidente rossoblù - non finiamo la partita in undici, non abbiamo un rigore a favore. Può darsi che siamo molto sfortunati, ma speriamo che finisca. La nostra squadra sta cercando di dare il massimo, abbiamo tanti ragazzi giovani, tanti italiani, onoriamo i conti, ma non ci piace star zitti. Io nel calcio ne ho viste tante, ed è difficile paragonare questo campionato a tanti altri. È un campionato un po' confuso".

"Gli arbitri sono un po' troppo sotto pressione", secondo Cellino, che poi ha commentato anche l'espulsione di ieri di Mario Balotelli. "È stata una decisione un po' eccessiva, però magari da regolamento la fai. Con un altro giocatore non sarebbe stato rosso? Molte volte non bisogna neanche rendersi antipatici: Balotelli è sicuramente un giocatore molto in vista e sovraespone anche gli arbitri in certe decisioni. E forse il gesto dell'arbitro è stato anche istintivo, ma se l'ha fatto vuol dire che doveva farlo".

Infine, sulla sfida di venerdì contro il Milan: "Spero in una gara in cui si possa giocare a pallone e non si debba recriminare di nulla a fine gara".

(Unioneonline/L)

L'ESPULSIONE DI BALOTELLI:

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...