SPETTACOLI

il cartellone

San Gavino, riprende la grande stagione di prosa, musica e danza del Cedac

Tanti gli artisti presenti
andrea scanzi (foto pittau)
Andrea Scanzi (foto Pittau)

Dopo l'interruzione dovuta alla pandemia, riprende a San Gavino Monreale la grande stagione di "Prosa, musica e danza" organizzata dal Cedac con il sostegno del Comune.

Si parte domenica 26 alle 21 con il concerto del chitarrista e compositore Francis Kuipers e in tutto saranno sei i titoli in cartellone tra luglio e settembre, al teatro comunale di via Dante in attesa dell'inaugurazione del vicino anfiteatro, tra il fascino delle Blue Notes e l'energia del rock, l'allegria e la malinconia della musica gitana, accanto alle eleganti coreografie classiche e contemporanee, all'umorismo sottile e alla satira del teatro-canzone e al gioco metateatrale di una moderna rappresentazione dell'Olimpo.

Sarà dato spazio alla danza il 2 agosto con "Miti in Scena" del Balletto del Sud, poi Andrea Scanzi con "E pensare che c'era Giorgio Gaber" (9 agosto), una divertente parodia del mito con "Dialoghi degli dei", uno spettacolo di Massimiliano Civica e I Sacchi di Sabbia (24 agosto), Paola Maugeri e il suo "Rock & Resilienza" (30 agosto) e infine il concerto dei Gipsy Reyes "The Legend of Gipsy King il 12 settembre.

Danza col Balletto del Sud (foto Pittau)
Danza col Balletto del Sud (foto Pittau)

È entusiasta Valeria Ciabattoni, direttrice artistica del CeDAC: "Siamo contenti di poter proseguire la Stagione di Prosa Musica & Danza a San Gavino e mantenere l'impegno nei confronti del nostro pubblico con un cartellone variegato che punta sulla qualità delle proposte".

Sulla stessa linea Silvia Mamusa, assessore alla Cultura e allo spettacolo del Comune di San Gavino Monreale: "Un plauso a questa ripresa, a questo riavvio dell'attività culturale e degli spettacoli organizzati dal Circuito CeDAC. Noi a San Gavino abbiamo un'esperienza di venticinque anni di attività teatrale proprio in collaborazione con il Circuito, che ci porta a considerare un segnale importantissimo questa 'ripartenza' dopo tre mesi di completo isolamento per il lockdown. La riapertura dei teatri e la ripresa della Stagione potrebbe essere l'occasione - chiaramente in ottemperanza a tutte le misure di precauzione circa il contenimento di un eventuale nuovo contagio - per riprendere i contatti, la socializzazione, le relazioni personali".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}