SPETTACOLI

oroscopo

Cosa dicono le stelle per il 9 aprile

Stiamo tutti a casa
una scena di non ci resta che piangere (foto da youtube)
Una scena di "Non ci resta che piangere" (foto da Youtube)

In questo periodo sospendiamo l'oroscopo. Dal 28 stiamo cercando di sostituirlo con un piccolo diario di una giornata tipo in casa, ai tempi del coronavirus, per continuare a trovarci col consueto appuntamento del mattino.

Chi volesse intervenire può scrivere a redazioneweb@unionesarda.it indicando nell'oggetto "Oroscopo"

***

Ogni scusa è buona...

"Chi siete? Cosa fate? Cosa portate? Sì, ma quanti siete? Un fiorino!". Sulla falsariga della celebre scena di "Non ci resta che piangere", capolavoro cinematografico con Massimo Troisi e Roberto Benigni, in questi giorni gira sui social una vignetta che annuncia: 'Ecco le domande che compariranno sulla prossima autocertificazione'.

Un po' di ironia non fa male anche se non sono pochi quelli che, alle prese con il modulo in cui indicare le proprie generalità (e fin qui nessun problema), residenza e domicilio (anche qua si va sul sicuro salvo casi rari), hanno incontrato qualche difficoltà nella casella in cui "dichiara che...".

Le motivazioni per le quali gli italiani escono - con giustificazioni più o meno valide - non sono solo serie ma a volte danno sfogo alla loro fantasia. È di questi giorni la notizia del signore sardo che per "comprare un particolare cibo per gatti" ha raggiunto un comune diverso dal suo perché dove vive, ha detto nel corso del controllo, quello specifico prodotto non c'era (in realtà si è poi scoperto non fosse così, ma questa è un'altra storia). C'è stato chi è uscito nel cuore della notte per "fare un test all'auto", la signora che invece doveva "comprare uova fresche", e ancora un uomo sorpreso al distributore di carburante: "Devo fare rifornimento alla macchina", peccato che fosse a piedi; quello che "vado a fare jogging" ma indossava giacca e cravatta.

Su altri moduli le forze dell'ordine hanno poi letto: "Sono alla ricerca di asparagi" e "devo fare pace con la mia fidanzata, vado a casa sua".

Insomma tanti e tanti altri esempi ci sarebbero da riportare solo a scorrere le cronache locali. Non abbiamo forse capito che non ha senso uscire per futili motivi nel corso di questo periodo e che è controproducente per tutti. La fantasia riserviamola a quando saremo fuori da questo terribile incubo.

#IoRestoACasa

© Riproduzione riservata

COMMENTI

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...