SPETTACOLI

in memoria dell'artista

Il sardo Francesco Di Giacomo in lizza per un premio della Targa Tenco

Per la categoria "Miglior Album in assoluto" è stato selezionato anche "La Parte Mancante"
francesco di giacomo (archivio l unione sarda)
Francesco Di Giacomo (Archivio L'Unione Sarda)

"La Parte Mancante", ultimo album di inediti di Francesco Di Giacomo, è stato inserito in lista per la Targa Tenco 2019 nella sezione "Miglior Album in assoluto".

Un’ampia giuria, composta da esperti di musica e giornalisti di settore, il 27 giugno decreterà il vincitore di ogni categoria. Sono sei quelle in gara: Miglior album in assoluto, Miglior album in dialetto o lingua minoritaria parlata in Italia, Miglior album di esordio, Miglior album di Interprete, Miglior canzone singola, Miglior album a progetto.

"La Parte Mancante" è un disco che esce a cinque anni esatti dalla morte di Di Giacomo (originario della Sardegna) e raccoglie le canzoni scritte da lui e Paolo Sentinelli. Un lavoro nato dal rapporto tra due amici che trascorrevano le loro giornate parlando di musica, politica e si confrontavano sulle questioni sociali tra un buon pranzo e un bicchiere di vino.

L’album risponde al volere di Francesco, della moglie Antonella Caspoli e di Paolo Sentinelli ed è uscito il giorno dell’anniversario della scomparsa di Francesco, avvenuta il 21 febbraio 2014 a Zagarolo, vicino a Roma. Il disco è stato pubblicato da Sprea Editori in allegato alla rivista "Prog". La prima tiratura è andata esaurita in poco tempo.

Di Giacomo, voce storica del Banco del Mutuo Soccorso, originario di La Caletta, frazione di Siniscola, nel corso della sua carriera ha tracciato un solco indelebile nel panorama rock progressive italiano in oltre quarant’anni di attività, riuscendo a creare una vera e propria rivoluzione attraverso una profonda ricerca di parole e concetti profondi e mai banali.

Era un artista eclettico, nato libero, e con la fanciullesca curiosità che lo contraddistingueva e al contempo gli permetteva di trasformare in arte tutto ciò che toccava con mano. Francesco aveva un temperamento avanguardista che gli consentiva di proiettare lo sguardo al mondo in modo non convenzionale, abbattendo ogni tipo di stereotipo standardizzato che imprigiona la libertà.

Angelo Barraco

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...