SALUTE

Gli esperti rispondono

Vescica pigra e disagi quotidiani:
diagnosi e terapie per una vita migliore

I casi di ipotonia vescicale possono essere trattati con farmaci e tecniche specifici
esame urologico (foto simbolo archivio u s )
Esame urologico (foto simbolo archivio u.s.)

Mi hanno diagnosticato una sospetta ipotonia vescicale. Di cosa si tratta?

Per ipotonia vescicale si intende una diminuzione della contrattilità vescicale che determina una un incompleto svuotamento della vescica. Nella vescica ipotonica il volume è grande, la pressione è scarsa e le contrazioni sono assenti o comunque diminuite di intensità. Le cause possono essere di due tipi: neurologiche (ictus, sclerosi laterale amiotrofica), danni a nervi periferici (diabete, alcolismo, ernia del disco, danni causati da una chirurgia pelvica), entrambi (sclerosi multipla, Parkinson, sifilide) o non neurologiche: (ostruzione con sovra distensione per ipertrofia prostatica benigna, carcinoma della prostata, stenosi uretrali). Tra i sintomi ricordiamo flusso minzionale basso, aumento della frequenza, incontinenza, infezioni ricorrenti e calcolosi vescicale secondaria, insufficienza renale cronica. La diagnosi è data da esami uro-dinamici, ecografia dell'addome, cistografia e cistoscopia. La vescica ipotonica si può curare assumendo farmaci che ne aumentano la pressione endovescicale. In alternativa può essere efficace il cateterismo vescicale, possibilmente intermittente.

Massimo Usai, responsabile Struttura complessa Urologia Azienda ospedaliera Brotzu Cagliari

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}