SALUTE

covid-19

Una tavola rotonda a Sassari sull'emergenza sanitaria

Un momento di riflessione sulla fase 2 dell'epidemia
stefano sardara tra i relatori dell evento (archivio l unione sarda)
Stefano Sardara, tra i relatori dell'evento (Archivio L'Unione Sarda)

Una tavola rotonda per fare il punto sulla situazione dell'emergenza sanitaria con tutte le componenti che hanno un ruolo di primo piano nelle decisioni in questa delicatissima fase sociale ed economica.

E anche un momento di riflessione per confrontarsi su come affrontare le tematiche relative alla programmazione sanitaria territoriale e ospedaliera nella fase 2.

Questi i temi principali dell’appuntamento in programma domani, sabato 23 maggio, alle 10.30 nella sala conferenze del palazzo della Provincia di Sassari in piazza d'Italia.

La riunione, visibile in streaming, è organizzata dall'Azienda ospedaliero universitaria di Sassari, in stretta collaborazione con l'Unità di crisi locale e l'Ats Sardegna.

Ad aprire i lavori sarà l'intervento del professor Giovanni Sotgiu, componente del Comitato Tecnico Scientifico regionale, che focalizzerà la sua attenzione su "Infezione da SARS Cov-2: stato dell’arte, strategie in atto e scenari futuri".

Seguirà il direttore della clinica Pneumologica dell'Aou di Sassari Pietro Pirina con una relazione dedicata ai "quadri clinici nella patologia da Covid-19" mentre di "Iter diagnostico strumentale nei pazienti affetti da Covid-19" parlerà il direttore della Radiologia 1 dell'Aou di Sassari Stefano Profili.

Il responsabile della clinica di Malattie infettive, in prima linea in questi mesi di pandemia, Sergio Babudieri, illustrerà le "possibilità terapeutiche nel trattamento dell'infezione da Covid-19".

A seguire un altro dei medici più esposti nella lotta al coronavirus, Pier Paolo Terragni, direttore dell'Anestesia e rianimazione delle cliniche dell'Aou, che potrà esporre le problematiche legate a "Covid-19 e area critica".

"La profilassi del Covid-19: siamo lontani dal vaccino?" sarà l'interrogativo al quale proverà a dare una risposta il direttore della struttura di Igiene e controllo delle infezioni ospedaliere Paolo Castiglia.

Il consulente di medicina del lavoro dell'Aou di Sassari, Antonello Serra, illustrerà le "strategie di monitoraggio di popolazioni selezionate in Aou Sassari e Uniss" mentre il ruolo delle Usca nel territorio sarà sviscerato dal direttore generale facente funzioni dell’ASSL di Sassari Marco Guido.

L’organizzatore dell’evento, il commissario straordinario dell'Aou di Sassari, Giovanni Maria Soro, interverrà sull'"evoluzione delle strategie della Aou di Sassari: dall'emergenza alla fase 2".

Hanno accolto l’invito della Azienda Ospedaliera dell’Università di Sassari anche il Banco di Sardegna, presente con il direttore generale, Giuseppe Cuccurese, che parlerà della "ripresa dell'economia nel dopo Covid: strategie per l’Isola", e la Dinamo Sassari rappresentata dal suo presidente Stefano Sardara: tema scelto dal patron della pluripremiata formazione della serie A1 di Basket "lo sport ed il suo ruolo sociale: quali accorgimenti adottare?".

Al termine l'arcivescovo di Sassari, monsignor Gian Franco Saba, chiuderà l'incontro con un intervento su "carità e fratellanza nel periodo del coronavirus: ruolo della nostra Diocesi".

Al tavolo della presidenza è prevista la partecipazione del Rettore dell’Università di Sassari Massimo Carpinelli, del presidente del Consiglio regionale della Sardegna Michele Pais, dell'assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu, del presidente della commissione Sanità del Consiglio regionale della Sardegna Domenico Gallus, del commissario straordinario della Provincia di Sassari Pietrino Fois e del sindaco di Sassari Gian Vittorio Campus.

A moderare gli interventi saranno Marcello Acciaro, coordinatore delegato dell'Unità di crisi locale del Nord Sardegna, e Carlo Doria, delegato dello stesso organismo nominato dalla Regione Sarda.

L.P.

© Riproduzione riservata

COMMENTI

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...