POLITICA

riforme

Slitta l'ok al voto ai 18enni per il Senato, Pd contro Italia Viva: "Vuole il rimpasto"

Scontro nella maggioranza tra Partito democratico e renziani
la camera dei deputati (archivio l unione sarda)
La Camera dei deputati (archivio L'Unione Sarda)

La presidente dei deputati di Italia Viva Maria Elena Boschi ha chiesto alla Conferenza dei capigruppo di Montecitorio il rinvio dell'esame della proposta di legge sul voto ai 18enni per il Senato. La richiesta è stata accolta, e l'Aula di fatto per oggi non lavorerà.

Secondo quanto viene riferito da un partecipante alla riunione, Boschi ha chiesto che il testo abbia esaminato nell'ambito di una riforma complessiva e che serve un momento di riflessione.

La conferenza dei capigruppo ha dunque convenuto il rinvio di tutti i provvedimenti il cui esame era previsto oggi in Aula. La riforma costituzionale sul voto ai 18enni per il Senato, è stato deciso, sarà messa in calendario nelle prossime settimane. Le due mozioni previste invece saranno all'ordine del giorno dei lavori della prossima settimana.

"I patti di maggioranza si rispettano, è grave la scelta compiuta da Italia Viva", l'accusa del senatore del Partito democratico Dario Parrini.

"La mattinata è stata travagliata... Ieri ce l'abbiamo fatta e oggi dovevamo fare un altro pezzo.. ma

non i siamo riusciti. E questo non va bene", il commento del capogruppo Pd alla Camera Graziano Delrio, che ha convocato d'urgenza un'assemblea dei deputati dem".

A spiegare la posizione di Iv il leader Matteo Renzi: "Io non chiedo il rimpasto, chiedo che si apra una tavolo politico per decidere che cosa fare nel prosieguo della legislatura. Dobbiamo individuare un programma tutti insieme. E delineare delle riforme organiche. Poi il rimpasto può anche essere una conseguenza, ma per me è indifferente perché non è quello il mio obiettivo".

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}