POLITICA

comunali

Verso una sola lista a Tadasuni, intervista al candidato

E' l'ex sindaco Mauro Porcu: "Vogliamo dare continuità amministrativa al nostro comune"
mauro porcu (foto orbana)
Mauro Porcu (foto Orbana)

Salvo sorprese dell'ultimo minuto a Tadasuni, piccolissimo centro del Guilcier, per le Amministrative 2020 sarà presentata una sola lista.

A guidarla sarà il sindaco uscente Mauro Porcu, 40 anni, dipendente pubblico che sfiderà quindi come 5 anni fa il quorum.

"Abbiamo deciso di ricandidarci per dare continuità amministrativa al nostro comune e soprattutto per ultimare tutti i progetti che ancora sono in sospeso e che avevamo inserito nel programma amministrativo di 5 anni fa. Sono progetti che hanno richiesto e richiedono più tempo di quello che avevamo previsto soprattutto per le lungaggini burocratiche ma anche perché sono decisioni delicate che richiedono un'attenta analisi", afferma Porcu.

E subito spiega: "Sto parlando in particolar modo della gestione dell'albergo sul lago che è finalmente agibile e può essere quindi assegnato per scopi turistici e socio-assistenziali o altre destinazioni d'uso che saranno analizzate a seguito di manifestazione di interesse aperta a tutte le possibilità di gestione. Stiamo parlando anche di una politica di ripopolamento che ci porterà all'acquisizione e ristrutturazione di vecchie abitazioni e all'ultimazione di una lottizzazione nella parte alta del paese. E ancora di tutte le opere pubbliche che sono state avviate ma non ancora concluse".

Tra gli interventi che si porteranno avanti in caso di riconferma anche la valorizzazione culturale e ambientale del territorio con il potenziamento della manifestazione Tad'A e la realizzazione di percorsi naturalistici da inserire in un circuito a livello regionale e nazionale.

Mauro Porcu assicura: "Non trascureremo naturalmente tutti i servizi che giornalmente vengono garantiti dal nostro comune: assistenza agli anziani, ai minori, agli studenti, ad esempio. Cercheremo di aumentare l'offerta sanitaria del nostro territorio soprattutto per quanto riguarda un medico di famiglia e la farmacia. Cercheremo infine di attuare politiche del lavoro, in collaborazione con gli enti che hanno questa specifica funzione, visto che il Comune può solo dare un supporto ai disoccupati nella ricerca attiva di una fonte di sostentamento".

Sulla lista Porcu spiega: "E' stata ringiovanita ulteriormente grazie all'ingresso di due under 30 che hanno sposato appieno il nostro programma e la nostra idea di amministrare il paese. Essi subentrano a 3 consiglieri che per motivi personali hanno deciso di non proseguire il viaggio con noi. Non è mai semplice trovare persone disponibili e competenti che si mettano a disposizione della comunità per cui, a prescindere da come andranno le elezioni, sono già loro grato per aver condiviso la nostra politica di amministrazione. Dispiace invece che molte delle persone che si è cercato di coinvolgere, per svariati motivi, non abbiamo potuto o voluto accettare di entrare nel nostro gruppo. Alcuni si sono mostrati molto entusiasti e coinvolti ma purtroppo in questo momento non hanno potuto aderire, ognuno per motivi più che validi".

La preoccupazione resta il quorum se non dovessero esserci, come sembra, altre liste. Porcu infatti dice: "In un paese con un'alta percentuale di anziani è già difficile poter raggiungere numeri elevati di votanti e se a questo si aggiunge la paura del virus e gli elettori che non vorranno darci fiducia, siamo ben consapevoli del rischio che corriamo. Il nostro augurio è che i tadasunesi ci diano la possibilità di poter amministrare ancora il nostro paese, soprattutto per avere un punto di riferimento istituzionale che con l'eventuale nomina di un commissario sarebbe difficilmente garantito, almeno per quanto riguarda la presenza e la disponibilità verso i cittadini. Senza tener conto del fatto che verrebbe garantita solo l'ordinaria amministrazione per cui anche a livello sociale e lavorativo, soprattutto in questo periodo di pandemia, i primi a rimpiangere un'amministrazione potrebbero essere proprio coloro che maggiormente hanno bisogno di un supporto importante".

E conclude: "Noi, ancora una volta, ci mettiamo in gioco e mettiamo a disposizione della nostra comunità il nostro tempo, le nostre conoscenze e l'esperienza vissuta in questi 5 anni di vita amministrativa".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}