POLITICA

al voto

Salvini: "Mi candido a premier, italiani mi diano pieni poteri"

"Non torno al vecchio: corro da solo, poi potremo scegliere dei compagni di viaggio. Parlamentari alzino il cu** e vengano in Aula"

"Chiedo dagli italiani di darmi pieni poteri per fare le cose come vanno fatte".

Poco prima che Conte parli da Palazzo Chigi, Matteo Salvini a Pescara annuncia la sua candidatura a premier dopo aver aperto la crisi di governo.

"Sia chiaro, non mi interessa tornare al vecchio, se devo mettermi in gioco con un'idea di futuro, lo faccio da solo e a testa alta. Poi potremo scegliere dei compagni di viaggio" , dichiara il vicepremier.

"Piuttosto che tenere fermo il Paese diamo la parola agli italiani, il Paese non può sopportare altri no", incalza, auspicando una crisi che si consumi in tempi rapidi.

"Deputati e senatori alzino il cu** e vengano in Parlamento, anche la settimana di Ferragosto se serve. Li sfidiamo a presentarsi in Parlamento la prossima settimana e giustificare lo stipendio che prendono. Chi non viene è perché vuole tenersi la poltrona, i nostri sono pronti a venire in Aula lunedì e poi anche sabato e domenica se necessario".

Boccia la proposta di Di Maio di votare la riforma per il taglio dei parlamentari: "Così poi non si vota, se passa questa legge non si va più a votare. Tanta gente che ha paura di non essere rieletta userà qualsiasi mezzo per mantenersi la poltrona a lungo. Il tempo è scaduto".

M5S? "Si faccia un esame di coscienza sui troppi no ideologici detti in questi mesi".

Anche momenti di commozione, con tanto di lacrime ("Ho chiamato mia figlia e mio figlio, che sta andando a mangiare la pizza con gli amici, a volte mi mancano"), e il solito scontro con i contestatori ("Andate a rompere le pa*** da qualche altra parte").

Davanti a una platea che lo osanna, il leader della Lega dice anche di confidare in Mattarella. "Decide il Capo dello Stato, lasciamolo lavorare, gli porto rispetto. Spero che non ci siano governi alla Scilipoti, di salvapoltrone o voltagabbana. Spero che non ci sia nessuno che la tira in lungo per non mollare la poltrona".

Infine, sulla manovra: "La deve fare chi ha la forza e il sostegno del popolo italiano".

(Unioneonline/L)

LA PROPOSTA DI MAULLU

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...