CRONACA - MONDO

corea del sud

L'erede dell'impero Samsung condannato per corruzione

Lee Jae-yong è stato immediatamente arrestato
lee jae yong (ansa yonhap)
Lee Jae-yong (Ansa - Yonhap)

L'erede dell'impero Samsung, Lee Jae-yong, è stato riconosciuto colpevole di corruzione e appropriazione indebita. Per lui è stata emessa una condanna a due anni e mezzo di carcere ed è stato immediatamente arrestato.

In questo modo il colosso informatico resta senza guida.

Figlio maggiore di Lee Kun-hee, morto nell'ottobre scorso, è considerato fra la prima cinquantina di persone più influenti al mondo e il sudcoreano più potente del pianeta.

La complicata vicenda giudiziaria si trascina ormai da mesi, la sentenza di oggi arriva dopo un precedente arresto riguardante i "loschi legami" tra grandi imprese e politica in Corea del Sud.

(Unioneonline/s.s.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}