CRONACA - MONDO

israele

Paramedici, uno ebreo l'altro musulmano, fermano l'ambulanza e pregano insieme "lo stesso dio"

Due colleghi di lavoro di religioni diverse uniti da "una entità superiore" che li unisce

Due paramedici del servizio Magen David Adom - equivalente israeliano della Croce Rossa internazionale - sono stati ripresi mentre sono assorti in preghiera accanto alla loro ambulanza.

Hanno fermato il mezzo e sono scesi per la loro preghiera. Abraham Mintz con il 'talled' ebraico; il suo compagno Zohar Abu Jana, un beduino musulmano, genuflesso per terra davanti al proprio tappetino.

Quella pausa religiosa ha catturato l'attenzione dei media internazionali ed ha avuto eco anche oltre Israele per arrivare fino agli Stati Uniti.

"Non compendiamo il clamore", ha detto Abraham a una televisione locale. "Semplicemente pregavamo assieme. Questa è la nostra realtà quotidiana". "Quando è il momento - ha aggiunto Zohar - fermiamo l'ambulanza per alcuni minuti. Ognuno prega anche per l'altro. In questo lavoro è normale lasciare da parte la politica perchè siamo chiamati ad aiutare persone in difficoltà".

Da un anno Abraham e Zohar prestano servizio assieme nella zona di Beer Sheva, nel sud di Israele. La loro amicizia, hanno spiegato, deriva anche dalla convinzione che "c'è una entità superiore che ci unisce tutti".

(Unioneonline)

© Riproduzione riservata

COMMENTI

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...