CRONACA - ITALIA

il verdetto

Le Olimpiadi invernali 2026 assegnate a Milano e Cortina VIDEO

Missione compiuta: l'Italia batte la concorrenza di Stoccolma. Conte: "Un'occasione per il Paese"

Le Olimpiadi invernali 2026 si disputeranno a Milano e Cortina.

Successo, dunque, per la missione della delegazione italiana, guidata dal presidente del Coni Giovanni Malagò e formata da un centinaio di persone, arrivata a Losanna per la votazione nella sede del Cio.

Presente alla cerimonia un nutrito gruppo di rappresentanti istituzionali. Tra gli altri, il sottosegretario con delega allo Sport, Giancarlo Giorgetti, il presidente del Cip, Luca Pancalli, i governatori di Lombardia e Veneto, Attilio Fontana e Luca Zaia, i sindaci di Milano e Cortina, Giuseppe Sala e Gianpietro Ghedina, oltre a tantissimi atleti, tra cui Arianna Fontana, Sofia Goggia e Michela Moioli.

"Io credo che Milano abbia dato solida dimostrazione di poter organizzare un evento come Expo e quindi come le Olimpiadi", ha detto il sindaco di Milano, Beppe Sala.

"I Giochi invernali - ha aggiunto - sono una opportunità per il nostro Paese. E tutta la politica italiana è d'accordo". Per questo, ha detto ancora il primo cittadino milanese, "quella di oggi è una vittoria di tutti".

Accordo e motivazioni che sono riusciti a convincere i delegati, che hanno preferito (47 a 34 l'esito del voto) l'accoppiata Milano-Cortina alla capitale svedese Stoccolma.

CONTE E MATTARELLA - "L'Italia, sulle Olimpiadi, è un Paese unito, compatto, che rivendica la legittima ambizione di poter offrire questa opportunità a noi stessi ovviamente e a tutte le delegazioni che ospiteremo", ha ribadito anche il premier Conte.

E anche dal Quirinale era arrivato anche il sostegno del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: "Desidero a nome dell'Italia ribadire a tutti voi e a tutti i delegati presenti a Losanna per questa 134esima Sessione del Cio il sostegno più convinto alla candidatura di Milano-Cortina ad ospitare i Giochi Olimpici Invernali del 2026".

Moltissime le reazioni nel mondo dello sport, ma anche in quello politico e istituzionale.

Da Salvini a Renzi fino a Berlusconi, passando anche per Chiara Appendino, sindaco di Torino rimasta esclusa da una possibile candidatura "tripla", tutti concordi: "È una vittoria per l'Italia intera".

Le parole di Conte:

L'esultanza di Beppe Sala:

(Unioneonline/l.f.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...