CRONACA - ITALIA

latina

Un altro carabiniere ucciso dal Covid: lascia moglie e tre figli

Cordoglio dell'Arma per la morte dell'appuntato scelto Alessandro Cosmo, 53 anni. Aveva fatto la Scuola Allievi a Iglesias
(pixabay com)
(PIxabay.com)

L'Arma dei carabinieri piange un altro militare morto a causa del Covid-19.

L'ultima vittima è l'appuntato scelto Alessandro Cosmo, addetto al Nucleo Informativo del Comando Provinciale di Latina.

Aveva compiuto 53 anni lo scorso 3 gennaio. Lascia una moglie e tre figli di 27, 24 e 12 anni.

Grande il dolore tra i colleghi e cordoglio è stato espresso anche dai vertici dell'Arma.

"Il militare - si legge in una nota - era entrato nell’Arma nel 1988, al termine della formazione militare presso la Scuola Allievi Carabinieri di Iglesias, aveva prestato servizio per i primi quindici anni alla Stazione Carabinieri di Latina, per poi essere destinato al Nucleo Informativo del Comando Provinciale".

"Una vita dedicata al dovere - aggiunge l'Arma - all’Istituzione e soprattutto ai cittadini. Un solido punto di riferimento per i colleghi ed i cittadini che silenziosamente e proficuamente ha servito quotidianamente lo Stato. Il suo ricordo resterà vivo nella memoria di tutti i Carabinieri e di coloro che l’hanno conosciuto".

Sono ormai una ventina i militari uccisi dal coronavirus dall'inizio della pandemia, molti dei quali ammalatisi durante il servizio.

(Unioneonline/l.f.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}