CRONACA - ITALIA

brianza

Lui muore di coronavirus, l'azienda assume la moglie rimasta sola con 3 figli

Erminio aveva 54 anni, il Covid se l'è portato via in poche ore
erminio misani (foto facebook)
Erminio Misani (foto Facebook)

Erminio Misani, 54enne di Bellusco, in Brianza, è morto lo scorso 25 marzo a causa del coronavirus. L'azienda per cui lavorava da più di trent'anni, la torcitura Lei Tsu, ha assunto sua moglie Michela Arlati, rimasta sola e senza lavoro con tre figli.

In paese lo conoscevano in molti. Erminio e la moglie avevano deciso insieme che lei sarebbe rimasta in casa a badare ai figli e lui avrebbe mantenuto la famiglia grazie a un lavoro sicuro. Ma tutto è precipitato in pochissimo tempo: a fine marzo lui è stato ricoverato ed è morto in poche ore.

E Michela è rimasta così: con una tragedia da affrontare e tre figli da mantenere senza un lavoro. "Ho telefonato subito a uno dei titolari della Lei Tsu, Benedetto Terragni, era doveroso avvisarlo perché Erminio lavorava lì da 30 anni, per lui era come una seconda famiglia".

La famiglia Terragni, titolare dell'azienda tessile, si è subito riunita in videoconferenza, e in poco tempo tutti hanno deciso di assumere la moglie di Erminio. Marco Terragni il giorno dopo ha telefonato a Michela e le ha detto: "C'è un posto per te, puoi iniziare quando te la senti".

"Sono rimasta senza parole quando l'ho sentito - racconta lei -. Questo gesto è di un'umanità immensa, ci aiuta concretamente". Michela comincerà il primo giugno.

"Erminio è stato con noi per anni, ha aiutato l’azienda a crescere, anche per noi è stata una perdita tragica. Assumere Michela è stato un gesto per ricordarlo degnamente e per aiutare coi fatti la sua famiglia", spiega Benedetto Terragni.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}