CRONACA - ITALIA

il bollettino nazionale

Il trend è stabile: in 24 ore in Italia +2.339 contagi, ancora 766 morti

Il numero complessivo dei contagiati, contando vittime e guariti, sale a 119.827: "Il picco non si è ancora esaurito"
(ansa)
(Ansa)

Sale a 85.388 il numero delle persone attualmente contagiate dal coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 2.339.

Il dato è stato fornito dalla Protezione Civile nel quotidiano bollettino sui numeri del Covid: giovedì l'incremento era stato di 2.477, numeri che indicano come il trend sia stabile e il "plateau" di cui ha parlato il presidente dell'Iss Silvio Brusaferro non è ancora stato superato.

Il numero complessivo dei contagiati - comprese le vittime e i guariti - è di 119.827 persone.

Quanto ai guariti sono in totale 19.758, 1.480 in più di ieri. Ieri l'aumento dei guariti era stato di 1.431. Le vittime salgono in totale a 14.681, con un aumento rispetto a ieri di 766 decessi. Giovedì l'aumento era stato di 760.

Ottantamila i tamponi fatti nelle ultime ore, portando il totale a 619.849 dall'inizio dell'emergenza.

"SONO STATO FRAINTESO" - "Alcune mie parole sono state equivocate", ha chiarito il capo della Protezione civile Angelo Borrelli a proposito dell'intervista a Radio Capital in cui ha parlato di una possibile fase 2 a metà maggio.

"Al momento c'è una sola data che è quella del 13 aprile. Io avevo fatto un ragionamento: avevo detto che le misure sarebbero state determinate in relazione all'evoluzione della situazione in atto. Per questo motivo è difficile fare previsioni e abbassare la guardia".

"TENDENZA IN CALO" - "Il picco non si è ancora esaurito", ha detto commentando i dati il direttore della terapia intensiva del Gemelli e membro del Comitato tecnico scientifico Massimo Antonelli, sottolineando che la "tendenza in calo a cui stiamo assistendo è il frutto di quel che è accaduto nelle ultime 3 settimane".

I DATI PER REGIONE - Dai dati della Protezione civile emerge che sono 26.189 i malati in Lombardia (313 in più rispetto a ieri), 12.178 in Emilia-Romagna (+319), 8.861 in Veneto (+283), 9.130 in Piemonte (+331), 3.631 nelle Marche (+76), 4.909 in Toscana (+120), 2.746 in Liguria (+86), 3.009 nel Lazio (+130), 2.352 in Campania (+212), 1.324 in Friuli Venezia Giulia (+30), 1.659 in Trentino (+72), 1.209 in provincia di Bolzano (+49), 1.949 in Puglia (+85), 1.664 in Sicilia (+58), 1.301 in Abruzzo (+50), 920 in Umbria (+35), 560 in Valle d'Aosta (+4), 744 in Sardegna (+26), 662 in Calabria (+35), 144 in Molise (+11), 247 in Basilicata (+14).

LE VITTIME -Quanto alle vittime, se ne registrano 8.311 in Lombardia (+351), 1.902 in Emilia-Romagna (+91), 572 in Veneto (+40), 1.043 in Piemonte (+60), 557 nelle Marche (+54), 290 in Toscana (+22), 519 in Liguria (+31), 181 in Campania (+14), 199 nel Lazio (+14), 136 in Friuli Venezia Giulia (+7), 164 in Puglia (+20), 146 in provincia di Bolzano (+17), 101 in Sicilia (+8),

146 in Abruzzo (+13), 39 in Umbria (+1), 70 in Valle d'Aosta (+7), 204 in Trentino (+17), 45 in Calabria (+4), 41 in Sardegna (+1), 11 in Molise (+0), 11 in Basilicata (+1).

(Unioneonline/D)

***

Qui tutti gli aggiornamenti dall'Isola: LEGGI

Qui gli aggiornamenti dall'Italia e dal mondo: LEGGI

© Riproduzione riservata

COMMENTI

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...