CRONACA - ITALIA

il caso

Bibbiano, la dirigente dei servizi sociali prometteva affidi senza scadenza

È emerso in un'intercettazione dell'inchiesta "Angeli e Demoni"
una manifestazione dopo lo scandalo scoppiato a bibbiano (ansa)
Una manifestazione dopo lo scandalo scoppiato a Bibbiano (Ansa)

Prospettava la possibilità di dare in affido minorenni senza scadenza, di fatto trasformando la misura in una vera e propria adozione.

Questo è quanto emerso da un'intercettazione agli atti dell'inchiesta "Angeli e Demoni" sullo scandalo degli affidi illeciti a Bibbiano (Reggio Emilia): la dirigente del servizio sociale della Val d'Enza, Federica Anghinolfi, agli arresti domiciliari, ne avrebbe parlato con coppie che facevano parte di associazioni Lgbt di una città del Sud Italia.

Le coppie le domandavano degli affidi temporanei, dicendosi preoccupate del fatto di potersi affezionare ai bambini e poi di perderli, se questi avessero fatto ritorno a casa.

Anghinolfi li rassicurava dicendo che se i genitori continuavano a essere ritenuti inadeguati dalle relazioni dei servizi sociali, i figli potevano anche non tornare mai nelle famiglie di origine, rimanendo "sine die" con gli affidatari. Di fatto, come un'adozione.

Intanto l'inchiesta aperta dalla procura della città emiliana sta cercando di fare luce su presunti lavaggi del cervello ai minori, abusi inventati e relazioni dei servizi sociali falsate, che avrebbero avuto l'effetto di togliere i bambini alle famiglie di origine.

ZINGARETTI: "DURI COI RESPONSABILI" - Sul caso è intervenuto il segretario del Partito democratico Nicola Zingaretti, segretario del Pd, che ha inviato una lettera alla Gazzetta di Reggio.

"Vigilerò perché si faccia la massima chiarezza e sia punito senza pietà ogni tipo di responsabilità. E vigileremo perché si assicuri tutta la protezione di cui hanno bisogno ai minori che stanno affrontando una prova difficilissima", si legge nella missiva.

"Abbiamo denunciato e denunceremo chiunque in maniera scellerata e irresponsabile sta strumentalizzando questa vicenda per raccattare voti e fare sulla pelle di bambini, campagne di denigrazione di avversari politici. Tipico di chi non ha argomenti e di tanti sciacalli che popolano oggi il palcoscenico della brutta politica. Una preghiera e un appello: stop a questa insensata spirale di odio e ogni genere di speculazione, nel rispetto dei bambini, delle famiglie, delle comunità scosse da questa vicenda", ha concluso Zingaretti.

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...