CRONACA SARDEGNA - SASSARI E PROVINCIA

IL PROGETTO

Asinara, 8 milioni di euro per rivoluzionare l'isola

Il piano prevede interventi su strade, edifici e sistema idrico
cala reale asinara (foto m pala)
Cala Reale-Asinara (Foto M.Pala)

Otto milioni di euro per rivoluzionare il sistema sicurezza dell'isola dell'Asinara.

Dalle strade agli edifici, dal sistema idrico agli immobili, interventi programmati dalla Agenzia regionale Conservatoria delle coste e inseriti nel bilancio che ha incassato l'approvazione della Regione. Si parte con l'albergo diffuso, una struttura da estendere da Cala d'Oliva al resto dell'isola, un implementazione graduale dei posti letto dopo gli opportuni interventi di messa in sicurezza degli edifici. Albergo diffuso. "La sperimentazione verrà avviata già nel 2021 con un minimo di 40 posti letto nelle strutture di Cala d'Oliva, - spiega il direttore della Conservatoria delle Coste, Giovanni Piero Sanna - e poi si estenderà fino a Elighe Mannu, un'area liberata da Forestas e pronta per ricevere un polo del turismo da trekking". Viabilità. Un milione e mezzo di euro saranno destinati alla sistemazione delle strade, un tratto di 25 chilometri che da Fornelli si collega a Cala d'Oliva con il ripristino del manto stradale da Cala Sabina a Punta Scorno.

Un'unica rete stradale che arriva fino aTrabuccato e Cala Reale. Bonifica d'amianto. "La prima cosa da fare sarà asportare l'amianto caduto nel suolo - prosegue il direttore Sanna - evitando di rimuoverlo da edifici che si trovano in situazioni precarie. In quest'ultimo caso occorre fare un intervento immediato con ripristino di una nuova copertura, per evitare il crollo e il cedimento delle stesse strutture che oggi sono rimaste in piedi proprio grazie al tetto di amianto". Sistema idrico. Si interviene anche sulla rete idrica che presenta enormi criticità, introducendo importanti servizi per i turisti.

"Una delle cose che intendo concordare insieme all'Ente Parco è la possibilità che Fornelli, Cala Reale e Cala d'Oliva ospitino dei contenitori con dell'acqua liscia e gassata, venduta ad un prezzo politico per evitare che si speculi su un bene di prima necessità. Vogliamo garantire la calmierazione dei prezzi sui beni essenziali per coloro che visitano l'isola".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}