CRONACA SARDEGNA - SASSARI E PROVINCIA

il punto della situazione

Campus: "A Sassari contagi raddoppiati rispetto al picco di aprile"

Il sindaco chiede a governo e Regione maggiori restrizioni e lancia un appello ai cittadini: "Se qualcuno non rispetta le regole chiamate i vigili"
nanni campus (archivio l unione sarda)
Nanni Campus (archivio L'Unione Sarda)

I contagi da SarsCov2 sono quasi raddoppiati rispetto al culmine della prima ondata, a inizio aprile.

Lo dice facendo il punto dell'emergenza il sindaco Nanni Campus: "Allora - spiega - le persone positive erano 138, a fine aprile 90, mentre i dati aggiornati a ieri dicono che adesso i contagiati sono 236".

Di questi, "145 in isolamento domiciliare, 68 ospiti del centro d'accoglienza migranti nell'hotel Pagi e 23 ricoverati".

"Numeri che fanno angoscia - sottolinea il primo cittadino -, ma non possiamo nascondere la testa sotto la sabbia, dobbiamo essere tutti più responsabili. Dobbiamo proteggerci come se fossimo tutti un'unica famiglia, denunciamo chi non indossa la mascherina, se qualcuno trasgredisce chiamiamo i vigili urbani".

Al bilancio dei positivi della città si aggiungono i dati dei ricoveri: a Malattie infettive ci sono 44 pazienti Covid, in Pneumologia 24, in Clinica media 6, al Policlinico sassarese altri 6 e in terapia intensiva 13.

"Dal governo nazionale e regionale ci aspettiamo qualcosa di più della chiusura dei locali pubblici alle 24 e dell'apertura delle superiori alle 9, i numeri dei contagi ormai sono troppo alti", rimarca Campus.

I numeri si moltiplicano proprio tra le mura domestiche, è boom di contagi intra-familiari: "Anche per questo abbiamo bloccato le visite dei familiari a Casa Serena, esponendoci agli attacchi dei parenti, ma così facendo in quella struttura su 98 ospiti non c'è nemmeno un positivo", rivendica il primo cittadino.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}