CRONACA SARDEGNA - SASSARI E PROVINCIA

la polemica

Porto Torres: "I fondi per lo sgombero del campo Rom sono regionali"

Programmato un sopralluogo nella struttura di via Balai
il degrado del campo rom (foto l unione sarda pala)
Il degrado del campo rom (foto L'Unione Sarda - Pala)

"I finanziamenti per l'inclusione sociale e abitativa delle famiglie di etnia rom e sinti insediate nel campo sosta a Porto Torres non sono frutto del lavoro svolto da questa maggioranza targata 5 Stelle, sempre impegnata ad attribuirsi meriti e risultati raggiunti da altre amministrazioni precedenti e dalla Regione Sardegna". La sezione cittadina "Simon Mossa" del Partito sardo d'Azione replica alle dichiarazioni del sindaco Sean Wheeler che invitava i politici regionali "che lanciano accuse e ignorano completamente la realtà di Porto Torres" a diffidare dai loro consiglieri turritani definiti dallo stesso primo cittadino "maliziosi".

Un chiaro riferimento all'assessore regionale all'Urbanistica, Quirico Sanna, che nei giorni scorsi ha potuto visitare l'ex Ostello della Gioventù occupato da una famiglia rom di 11 persone, sottolineando la gravità della situazione di degrado in cui sono costretti a vivere i bambini. "Solo grazie ai fondi a favore dei Comuni che ospitano famiglie appartenenti alle famiglie Rom, già stanziati dalla precedente Giunta regionale e resi operativi dall'attuale esecutivo guidato da Solinas, ora sarà possibile trovare una sistemazione abitativa adeguata e dignitosa, e lasciare che la struttura di via Balai occupata riacquisti la sua funzione ludica e di servizio ricettivo per cui era nata".

Il Partito sardo d'Azione ribadisce che "lo sgombero del campo rom di Ponti Pizzinnu sarà merito esclusivamente dell'impegno e della volontà della Regione che ha messo a disposizione risorse per 288mila euro per trovare una soluzione abitativa e favorire l'integrazione e l'inserimento sociale della comunità rom turritana".

Questo pomeriggio l'amministrazione comunale ha programmato un sopralluogo nella struttura di via Balai, ceduta dalla Regione al Comune al prezzo simbolico di un euro. Solo a seguito dello sgombero della famiglia rom sarà possibile predisporre un bando per affidare la gestione dell'immobile. Il Psd'Az cittadino ribadisce: "Faremo di tutto per chiudere quel ghetto, obiettivo che perseguiamo da tre anni".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...