CRONACA SARDEGNA - NUORO E PROVINCIA

taglio del nastro

Macomer, inaugurata la serra del Rotary: "Darà lavoro a persone con disabilità"

Il terreno sui cui sorge la struttura da 560 metri quadrati è stato concesso in comodato d'uso dal Comune
l inaugurazione (foto a nachira)
L'inaugurazione (Foto A.Nachira)

Una struttura di 560 metri quadri, estesa su un terreno di oltre 1000, concesso in comodato d'uso gratuito dall'amministrazione comunale, in un'area adiacente ai locali della cooperativa Progetto H.

La grande serra tecnologica basata sulla tecnica dell'agricoltura fuori suolo e realizzata dal Rotary club di Macomer, è stata inaugurata oggi, dopo un iter durato oltre 4 anni. Un progetto ambizioso pensato per l'inserimento lavorativo delle persone con disabilità.

"Partiamo con la formazione di 12 giovani -spiega Mariano Cadoni, presidente del Club- che seguiranno i corsi di impiantistica, manutenzione e gestione del sistema e sicurezza sul lavoro. La serra sarà anche un'opportunità didattica per l'Istituto agrario di Macomer. Inoltre, la tipologia di coltivazione all'avanguardia può essere modello replicabile per altre realtà locali, che potranno seguire i corsi formativi tenuti gratuitamente dai nostri soci nella struttura". L'impianto sarà gestito dalla cooperativa sociale Progetto H, da 40 anni al servizio della comunità nella tutela e nell'inserimento lavorativo delle persone disabili. "La serra e l'agricoltura sociale sono attività importanti per dare autonomia alle persone svantaggiate, dove tutti possono trovare occupazione a prescindere dalle capacità".

La serra (Foto A.Nachira)ù
La serra (Foto A.Nachira)ù

Il progetto è finanziato da Rotary International, Distretto 2080, Rotary di Macomer e di Porto Vecchio, con un contributo di Progetto H e Confagricoltura, per un importo di circa 50 mila euro. "Un progetto per lo sviluppo economico del territorio -sottolinea Domenico Falchi, responsabile del finanziamento-. A piccoli passi è possibile creare un sistema ramificato di piccole iniziative imprenditoriali per creare un circolo virtuoso, fondamentale per la ripresa della città".

La serra diverrà infatti una scuola per professionisti del settore da immettere sul mercato. "Solidarietà, sostenibilità, formazione e cultura del fare -afferma la vice sindaca Rossana Ledda- sono i grandi valori di questo progetto".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}