CRONACA SARDEGNA - NUORO E PROVINCIA

dopo 7 anni

Riapre il ponte di Oloè, il sindaco di Oliena: "Chi ci ripagherà dei danni?"

"Resta il rammarico dei disagi e dell'isolamento del paese", ha detto Congiu
il ponte di olo (archivio l unione sarda)
Il ponte di Oloé (Archivio L'Unione Sarda)

Dopo il via libera alla riapertura del ponte di Oloé, resta l'amarezza per i ritardi nei lavori, che ha imposto la chiusura alla strada che collega Oliena e Dorgali per quasi sette anni, in seguito al crollo durante il ciclone Cleopatra nel novembre 2013, inghiottendo un'auto della Polizia di Stato e provocando la morte dell'agente Luca Tanzi.

"Abbiamo ricevuto notizia dell'istanza di dissequestro e abbiamo avuto conferma da parte della Provincia che nel giro di una settimana o dieci giorni sarà emanata l'ordinanza di apertura - ha detto il sindaco di Oliena Bastiano Congiu - il tempo di togliere le barriere e di completare la segnaletica in quel tratto, e la strada sarà percorribile. La notizia permette di tirare un sospiro di sollievo, ma resta il rammarico dei disagi creati in sette anni, durante i quali il paese è rimasto isolato - prosegue il primo cittadino -. Chi ce li ripagherà questi danni? Se dovessimo conteggiarli in termini economici credo che ripagherebbero abbondantemente i soldi spesi nel corso degli anni per realizzare questa infrastruttura".

Quanto alla chiusura del ponte quando l'acqua sul Cedrino dovesse raggiungere i 114 metri sul livello del mare, il primo cittadino ha spiegato che "quel livello si è raggiunto con il Ciclone Creopatra, in quel caso saremo i primi a preservare l'incolumità della gente e ad azionare le barriere per chiudere la strada".

Per il sindaco resta anche aperto il discorso del ponte militare provvisorio da costruire a Papalope, che la Regione, cessata l'emergenza, ritiene superato.

"È un progetto che noi continueremo a mandare avanti perché dobbiamo salvare un ponte romano storico, costruito 2mila anni fa - ha sottolineato Congiu - la gente non può continuare a passare su quel viadotto antico: il carico degli veicoli è aumentato e infatti i cedimenti ci sono stati ed è stato chiuso. È un reperto storico - conclude - e va preservato. Per questo è urgente la costruzione del ponte militare".

"Siamo molto felici di questo risultato arrivato dopo tante difficoltà e disagi", ha commentato il sindaco di Dorgali Maria Itria Fancello -. Ringrazio tutte le istituzioni che si sono impegnate perché venisse ristabilito il diritto delle nostre comunità ad avere una viabilità utile ed efficace".

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...