CRONACA SARDEGNA - CAGLIARI

coronavirus

La Regione "bacchetta" i sindaci: "Pensino a vigilare". Ma l'opposizione li difende

L'assessore Mario Nieddu sui primi cittadini: "Sarebbe bene che smettessero di creare allarme"
cittadini con le mascherine e nel riquadro mario nieddu (archivio l unione sarda)
Cittadini con le mascherine e, nel riquadro, Mario Nieddu (Archivio L'Unione Sarda)

La Regione bacchetta i Comuni e l'opposizione in Consiglio regionale. Oggi l'assessore alla Sanità Mario Nieddu ha dichiarato che "sarebbe bene che i sindaci smettessero di creare allarme perché il sistema sanitario, lo ha dimostrato prima e lo sta dimostrando adesso, è in grado di reggere perfettamente l'urto della pandemia". Quindi, ha ribadito, "facciano il proprio lavoro e vigilino sulle proprie comunità, alcuni in questo periodo non l'hanno fatto".

Proprio stamattina, in un post su Facebook, il presidente dell'Anci Emiliano Deiana ha scritto che "il sistema sanitario regionale non regge l'urto di una diffusione elevata della pandemia", che "la politica e le istituzioni si sono "sedute" sugli allori dell'Isola Covid free" e che "sono prevalse tendenze minimizzatrici se non smaccatamente negazioniste".

Non solo. Deiana ha sostenuto anche che "durante il periodo di 'pace' non si sono predisposte le necessarie terapie intensive basate su un ritorno prepotente della malattia", e che "non si può lasciare la decisione ai singoli sindaci per nuovi lockdown senza una strategia almeno regionale: il virus non ha confini continentali figuriamoci se li può avere comunali".

Da parte sua l'assessore ha invitato i cittadini al rispetto delle regole: distanziamento, igienizzazione delle mani e uso delle mascherine. "Rispettarle porterà a una diminuzione dei contagi". Posto che il maggior numero rilevato è dovuto al fatto che "sta aumentando lo screening". Infatti, "più tamponi si fanno, e avant'ieri ne sono stati somministrati 2500, più positivi saranno rilevati perché il virus sta circolando".

In ogni caso, "a fronte di un maggiore numero di contagi si registra un numero minore di ricoveri, in degenza ordinaria e in terapia intensiva". Nieddu è molto duro anche con l'opposizione in Consiglio regionale che due giorni fa ha presentato una mozione per la convocazione urgente dell'Aula con all'ordine del giorno "il sistema sanitario al collasso". "Appena vedono che c'è qualche difficoltà rialzano dubito la posta e tirano fuori gli artigli - ha detto - anziché essere solidali col sistema non vedono l'ora di aggredire, e questo è un atteggiamento altamente irresponsabile".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}