CRONACA SARDEGNA - PROVINCIA DI CAGLIARI

allarme inquinamento

Sarroch, paraffina in mare: il ministro Costa invia gli ispettori

Sopralluogo sul litorale interessato dalla perdita: "Sversamento di modesta entità". La situazione verrà monitorata anche nei prossimi giorni
la bonifica sul litorale (foto l unione sarda)
La bonifica sul litorale (Foto L'Unione Sarda)

Sopralluogo degli ispettori del ministero dell'Ambiente a Sarroch, sul litorale interessato da uno sversamento di paraffina, fuoriuscita due giorni da una nave in manovra sul pontile al servizio dello stabilimento Saras.

Alle verifiche, disposte dal ministro Andrea Costa, hanno partecipato l’ammiraglio Aurelio Caligiore, capo del Reparto ambientale marino, il comandante Emiliano Santocchini, il comandante Pietro Carosia della Capitaneria di Cagliari, il responsabile sicurezza della Saras, Giuseppe Valentino, e anche il deputato del Movimento 5 Stelle Alberto Manca.

"Dalla verifica ispettiva - si legge in una nota ufficiale - è emerso che si è trattato di un inquinamento definito di 'modesta entità' e la Saras si è attivata subito per rimuovere la paraffina dalla spiaggia e dal mare per ripristinare lo status quo. Le verifiche proseguiranno anche nei prossimi giorni".

A seguire è arrivata anche una dichiarazione del ministro Sergio Costa: "Stiamo seguendo con attenzione l’evolversi dell’accaduto. Come è avvenuto con le operazioni di messa in sicurezza del cargo italiano Cdry Blue, incagliatosi alcuni giorni fa a sud dell’Isola, stiamo monitorando anche questo incidente per consentire un rapido ripristino ambientale del'area. La Sardegna - conclude Costa - non è lasciata sola".

"Lo sversamento è avvenuto nei pressi degli negli impianti a nord dello stabilimento e ha interessato uno specchio d’acqua di circa 200 metri in direzione Porto Foxi", spiega invece il deputato Manca. Che aggiunge: "Le verifiche della Guardia Costiera di Cagliari sono state immediate. La paraffina solidificata è rimasta sottocosta e poi rimossa meccanimente dal personale incaricato Sarlux, all’operazione di bonifica è seguito poi un nuovo controllo via mare da parte della Guardia Costiera con il quale non si è riscontrato visivamente la presenza di ulteriore materiale inquinante in mare".

Ancora, prosegue Manca: "Durante la visita di oggi negli stabilimenti della raffineria Saras il personale Sarlux ha ricostruito la dinamica dell’incidente e ci è stato mostrato il punto di rottura del tubo che ha causato lo sversamento in mare. Gli addetti Sarlux hanno spiegato che paraffina è un elemento biodegradabile al 60%, è un prodotto che non si diluisce ma si solidifica in circostanze come quelle avvenute a Sarroch".

"Le operazioni di bonifica parrebbero essere concluse con buon esito conclude - e seguiremo con attenzione per comprendere cosa sia accaduto nel dettaglio e capire se le operazioni di bonifica sono state effettuate fino in fondo".

(Unioneonline/l.f.)

LE IMMAGINI:

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}