ECONOMIA

Confindustria

Pmi Day, Nuorese e Ogliastra celebrano la resilienza delle piccole e medie imprese

L'iniziativa è rivolta al mondo della scuola e coinvolge migliaia di studenti

Oggi Confindustria celebra la giornata nazionale delle piccole e medie imprese che nel Nuorese e in Ogliastra assume un significato particolare. Uno dei temi caratterizzanti dell'inziativa è infatti la resilienza delle realtà imprenditoriali più deboli di fronte alla crisi che avanza, nella Sardegna centrale più che altrove. L’iniziativa, promossa dalla Piccola Industria di Confindustria insieme alle associazioni territoriali, è rivolta al mondo della scuola e coinvolge in un’unica giornata migliaia di imprese, centinaia di migliaia di studenti, docenti, rappresentanti istituzionali e mass media.

L’evento di lancio della manifestazione in Sardegna è in corso a Macomer con la partecipazione del presidente del Comitato regionale della Piccola Industria e presidente di Confindustria Sardegna Centrale Giovanni Bitti che incontra gli studenti nell’area industriale di Tossilo, dove ha sede la sua azienda, e a Macomer.

«L’obiettivo della giornata è raccontare le imprese, il loro ruolo produttivo e sociale, mostrare ai ragazzi come nasce un prodotto o un servizio, come un’idea si trasforma in un progetto imprenditoriale», ha commentato Giovanni Bitti presidente regionale della Piccola Industria di Confindustria in Sardegna e da qualche mese alla guida della Confindustria territoriale del Nuorese e dell’Ogliastra.

«Ovunque le aziende sono il cuore pulsante dei territori – ha continuato Bitti accogliendo gli studenti nell’area industriale di Tossilo a Macomer – e il PMI DAY nasce per trasmettere questa passione alle nuove generazioni».

«Quest’anno la manifestazione giunta alla decima edizione ha coinvolto in tutto il territorio nazionale quasi 1.300 imprese e più di 46.000 partecipanti tra studenti, insegnanti, amministratori locali e giornalisti. L’obiettivo è di far capire ai ragazzi il ruolo delle imprese che hanno un ruolo fondamentale nel tener vivo un territorio, creando sviluppo e occupazione».

«La visita in azienda è soprattutto un momento di conoscenza diretta dell’impresa – ha aggiunto Massimiliano Meloni presidente territoriale della Piccola Industria -. Impianti, macchinari, prodotti e uomini sono l'azienda: un’organizzazione complessa in cui tutti concorrono con passione e tenacia a creare ricchezza nei nostri territori».

I NUMERI - Dopo l’edizione da record del 2018, quest’anno Confindustria ha coinvolto 20 aziende con sede nelle diverse aree produttive e industriali del territorio: Nuoro-Pratosardo, Tortolì, Orani, Fonni, Siniscola, Sologo e Macomer-Tossilo. Le novità di quest’anno riguardano, oltre al coinvolgimento di Confartigianato e Confagricoltura che partecipano con tre aziende, sono protagoniste scuole e aziende ogliastrine. Grazie alla disponibilità degli istituti scolastici che partecipano sempre con grande entusiasmo alla manifestazione, alcune classi di un istituto superiore di Nuoro sono in visita le aziende dell’area industriale di Tortolì, mentre gli studenti ogliastrini sono in trasferta a Prato Sardo, zona industriale di Nuoro. Partecipano complessivamente 13 istituti superiori, prevalentemente di indirizzo tecnico e professionale, con 24 classi delle V e IV per un totale di 220 tra studenti e docenti.

IMPRESE E SCUOLE COINVOLTE - Sono 20 le imprese che hanno aderito all’edizione 2019 del PMI Day nel Nuorese e in Ogliastra: Sigma Industria Grafica, Profenda e Cooperativa Progetto H a Macomer; Taulara, Deplanu Autolinee e Pittorra Trasporti a Nuoro-Pratosardo; Corstyrene a Ottana; Il Vecchio Forno, Bua Marmi e Fattorie Gennargentu a Fonni; Cantina Giampietro Puggioni di Mamoiada; la Cantina Collenivera di Lula; le aziende Sarflex, Buzzi Unicem e Chieddà a Siniscola, Bruno Acciai a Orani; BMetal, Grafiche Pilia, Pro.Zoo e Cooperativa Pescatori a Tortolì. Parteciperanno lo Scientifico Pira di Siniscola, il Tecnico Commerciale e Industriale di Tortolì, e da Nuoro il Liceo Satta delle Scienze Umane, l’Istituto Tecnico Commerciale S. Satta. il Tecnico commerciale Chironi, il Tecnico Agrario e l’IPSIA dell’Istituto Volta; l’Istituto Ciusa con il Tecnologico Informatico, il Liceo Artistico – Indirizzo Progettazione e Grafica, l’Istituto Costruzioni Ambiente e territorio e la Ragioneria di Gavoi.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...