ECONOMIA

La novità

Rivoluzione Facebook: via allo sviluppo della tecnologia a interfaccia neurale

Dalla startup Ctrl-Labs acquisita da Zuckerberg, pronto al debutto un bracciale per condividere foto "solo con l'intenzione di farlo"
uno dei particolari dispositivi studiati da ctrl labs (foto da sito web ufficiale)
Uno dei particolari dispositivi studiati da Ctrl-Labs (foto da sito web ufficiale)

Una startup impegnata a permettere alle persone di comunicare con i computer tramite segnali cerebrali.

È il nuovo acquisto di Facebook, un'operazione che secondo la Cnbc vale circa un miliardo di dollari e che è stata annunciata, proprio dalle pagine del celebre social network, in un post del vicepresidente responsabile della realtà virtuale e aumentata, Andrew 'Boz' Bosworth.

Il post di Bosworth

Ctr-Labs si unirà al team di Facebook Reality Labs, come ha spiegato lo stesso Bosworth.

Nel mirino del colosso di Menlo Park, in particolare, è l'utilizzo della tecnologia a interfaccia neurale di Ctrl-Labs per sviluppare un braccialetto "che dia alle persone il controllo dei loro dispositivi come una naturale estensione del movimento".

Il particolare dispositivo, spiega Bosworth, "cattura le tue intenzioni in modo da poter condividere una foto con un amico usando un movimento impercettibile o, semplicemente, con l'intenzione di farlo".

La startup oggi al centro delle cronache dei mezzo mondo sta infatti da tempo lavorando alla creazione di interfacce che consentano alle persone di controllare e utilizzare i computer tramite il pensiero.

E l'obiettivo, come ha specificato Bosworth, è al momento quello di commercializzare il bracciale "in tempi brevi".

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...