CULTURA

Quartu

Al liceo Motzo il murale di Manu Invisibile contro la xenofobia

Un'opera dedicata agli innocenti, che perdono la vita in mare fuggendo da guerre e genocidi
il murale al motzo (foto pagina facebook manu invisibile)
Il murale al Motzo (Foto pagina Facebook Manu Invisibile)

Ci stava lavorando da giorni e adesso finalmente la sua opera ha preso forma in tutta la sua bellezza.

Il famoso artista mascherato, Manu Invisibile, ha completato il suo murale nei muri del liceo Motzo in viale Colombo a Quartu Sant'Elena.

La scritta in inglese "Rights" ("Diritti") spunta nel mare.

L'opera, realizzata in spray e quarzo, misura otto metri per otto.

A spiegare cosa ha voluto rappresentare è stato lo stesso artista nella sua pagina Facebook: "Diritti, è un opera murale che parla di xenophobia e migrazione nel XXI secolo, affrontando questa delicata tematica con lo sguardo rivolto alle persone innocenti, che spesso perdono la vita in mare nel cercare una via di fuga da guerre e genocidi. Da ciò nasce l'esigenza di inserire la parola 'Rights' nel fondo del mare, perché i Diritti dell'uomo, come quello della vita, ancora oggi risultano essere concettualmente sommersi, ma ancora perfettamente leggibili, visibili e impressi nella mente".

L'obiettivo dell'opera, prosegue, "è rappresentare il concetto di unione tra i popoli, ricordando i Diritti fondamentali dell'Umanità: Dignità, Libertà, Uguaglianza, Solidarietà, e Cittadinanza, senza dimenticare quello alla Vita".

L'opera è stata realizzata in collaborazione con le classi del Liceo Motzo.

II progetto è a cura della professoressa Marta Melis ed è finanziato dal programma Erasmus+KA2.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...