CULTURA

l'evento

Domusnovas, "Librorum" per valorizzare la produzione editoriale isolana

Tre giorni di iniziative nei locali del monte granatico di piazza Matteotti
l allestimento della fiera
L'allestimento della fiera

Tre giorni di eventi tra conferenze, presentazioni di opere, incontri con gli autori e laboratori creativi: nei locali del monte granatico di piazza Matteotti è tutto già pronto in vista della seconda edizione di "Librorum", la fiera del libro sardo al via domani.

Organizzata dall'associazione culturale Circhiòla, la fiera si avvale della collaborazione di 5 case editrici sarde che saranno presenti ciascuna con il proprio stand espositivo. Si tratta di Condaghes, Cuec, Edizioni Della Torre, Domus de Janas e La Zattera. Spazio anche agli autori locali con uno stand dedicato e all'esposizione di manufatti artistici dell'associazione Ahos.

"Lo scopo - spiega il presidente di Circhiòla Grazia Villasanta - è quello di stimolare il piacere della lettura e incentivare la crescita culturale valorizzando, al contempo, la produzione editoriale isolana. In questa seconda edizione abbiamo voluto seguire un filo conduttore che dai libri sardi porta alla promozione del territorio attraverso le mani sapienti degli artigiani locali e degli hobbisti".

Ricco di eventi il programma: domani, dopo l'inaugurazione della fiera (10.30) subito spazio all'autrice Clelia Martuzzu che con "Un volo nel passato" coinvolgerà gli studenti dell'istituto comprensivo Fernando Meloni (plesso via Monti) nel fantastico mondo della civiltà nuragica. Alle 18, preceduto dal laboratorio creativo a cura di Circhiòla, Toto Putzu racconta "Fabulas Gramscianas, Contus e Chistionis". Sabato alle 17.30 nell'incontro con l'autore il vincitore del premio Campiello Giovani 2019 Matteo Porru proporrà "Talismani ed altre storie". A seguire il pianista Matteo Scano presenterà il suo progetto musicale esibendosi in "Piano solo project".

Domenica alle 10.45 il laboratorio per bambini "L'arte di creare" a cura dell'associazione AHos che esporrà inoltre i propri manufatti artistici. La conclusione domenica con un argomento stretta attualità locale: l'isola amministrativa iglesiente di "Santu Marcu", ormai nota anche per i progetti in fase d'allestimento di alcuni magazzini della fabbrica bellica Rwm Italia. Nella conferenza dall'omonimo titolo lo storico Antonello Secci e l'antropologa Grazia Villani approfondiranno la storia e la genesi del passaggio del territorio di Santu Marcu da Domusnovas ad Iglesias. Librorum sarà visitabile da domani a domenica dalle 10.30 alle 13 e dalle 16 alle 21.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...