CULTURA

"un anno sabbatico"

Assolo, salta il presepe vivente dei record: "Progetto da riorganizzare"

L'anno scorso oltre 6mila visitatori per il presepe da più di 200 figuranti. L'enorme e rapida crescita dell'evento ha causato problemi logistici e di sicurezza, di qui l'anno sabbatico
il presepe vivente di assolo (foto pintori)
Il presepe vivente di Assolo (foto Pintori)

Fra un mese le stradine del bel centro storico di Assolo rimarranno vuote. Salterà infatti quest'anno la quinta edizione del presepe dei record, oltre 200 figuranti e nel 2018 6 mila visitatori, ideato e organizzato dall'associazione culturale di Assolo "Bentu 'e Jara".

Ad annunciare l'anno sabbatico per l'evento natalizio nel territorio è stato proprio il presidente dell'associazione Emanuele Perra: "La decisione nasce dalla necessità di ripensare l'intera organizzazione dell'evento per superare alcune criticità che si sono manifestate nella precedente edizione, riguardanti aspetti logistici e di gestione della sicurezza dei 200 figuranti e degli oltre 6000 visitatori presenti".

Perra ha aggiunto: "La nostra è un'associazione no profit e il progetto viene interamente realizzato grazie all'impegno volontario e gratuito di soci e amici. Negli anni il progetto ha avuto una crescita esponenziale, raggiungendo un livello di complessità tale da rendere difficile la gestione per un organico associativo ridotto, richiedendo sforzi organizzativi ed economici al momento non sostenibili. Il nostro grazie va ai partners, ai figuranti, ai collaboratori e a tutti coloro che negli anni hanno creduto con noi in questo progetto e ci hanno aiutato a realizzarlo, facendo si che superasse di gran lunga le nostre stesse aspettative".

Il presidente di "Bentu 'e Jara" ha concluso: "Vi diamo appuntamento a dicembre 2020 per la quinta edizione di Sulla Via della Cometa. Stiamo già lavorando per curare al meglio ogni aspetto e fare in modo che l' evento possa essere più coinvolgente e apprezzabile per tutti coloro che avranno il piacere di venirci a trovare".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...