#CARAUNIONE

La lettera del giorno

"Il Covid e la grottesca corsa al vaccino"

"C'è qualche categoria senza prorità in una società complessa? No. E quindi tutti in fila"
(foto ansa epa)
(foto Ansa/Epa)

"Cara Unione,

si sta assistendo negli ultimi giorni a una sempre più grottesca corsa al 'mi vaccino prima io'.

Ad aprire le danze sono stati gli Stati Uniti del presidente Biden, che ha annunciato i 100 milioni di vaccini in 100 giorni, poi è stata la volta, tutta italiana, dei 'più ricchi' con la incommentabile proposta di dare la precedenza in base al Pil, e poi gli appelli, sempre in Italia, delle varie categorie fra insegnanti, giornalisti etc.

Ora ci chiediamo: e gli addetti ai supermercati? Gli avvocati e i magistrati? I taxisti e conducenti di mezzi pubblici? I negozianti delle attività sempre aperte in ogni fase della pandemia? L’elenco sarebbe molto lungo, come ha giustamente sottolineato anche l'associazione dei consumatori Aduc. Che si chiede, e mi permetto di sostenere la loro tesi: c’è qualche categoria senza prorità in una società complessa? No.

Quindi tutti in fila, con un po' di decoro umano.

Grazie dell'attenzione".

A. C. - Cagliari

***

Potete inviare le vostre lettere, segnalazioni e contenuti multimediali a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che esprimono opinioni, denunciano disservizi o anomalie e non necessariamente ne condivide il contenuto)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}