#CARAUNIONE

La lettera del giorno

"A Nuraminis per tre settimane senza posta, e ci chiediamo perché"

"Chissà se, un giorno, riusciremo a chiudere l'Ufficio Complicazioni Affari Semplici e a rivedere tutta la nostra corrispondenza"
immagine simbolo (archivio l unione sarda)
Immagine simbolo (archivio L'Unione Sarda)

"Cara Unione,

da qualche tempo a questa parte a Nuraminis assistiamo ad uno strano fenomeno, quello della corrispondenza fantasma.

Nel nostro vicinato, nelle ultime 3 settimane, il portalettere non è mai passato, e quando lo avevamo dato oramai per disperso ed eravamo pronti a chiamare 'Chi l'ha visto', eccolo arrivare! Purtroppo, con se, non portava tutto ciò che si può accumulare con tre settimane di arretrati, per cui riviste, abbonamenti, lettere, cartoline e cose del genere ancora non si sono viste. In compenso ci ha portato del materiale pubblicitario, questo sì che è un sollievo, almeno proviamo a far girare l'economia...

In tante altre case la situazione non è molto diversa, ci sono addirittura dei casi in cui la corrispondenza è stata recapitata nelle case sbagliate.

Ora ovviamente, dopo 3 settimane di attesa, ci siamo informati sulle possibili cause di questo vergognoso disservizio, e la risposta è la consueta, cervellotica italica abitudine di complicare le cose: la posta di Nuraminis viene smistata a Monastir, da lì viene inoltrata a Serrenti ed è da lì che partono le consegne; inoltre, come se non bastasse, i portalettere pare vengano tenuti per pochi mesi, giusto il tempo di imparare ad orientarsi tra le strade di paesi che non sono i loro, e poi spariscono anche loro, forse spostati altrove, o chissà.

Chissà anche se, un giorno, riusciremo a chiudere l'Ufficio Complicazioni Affari Semplici e a rivedere tutta la nostra posta. Nel frattempo, preoccupati, speriamo che il vascello fantasma dove viene tenuta in ostaggio la nostra corrispondenza spunti fuori dalla nebbia".

F. P. P. - Nuraminis

***

Potete inviare le vostre lettere, segnalazioni e contenuti multimediali a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che esprimono opinioni, denunciano disservizi o anomalie e non necessariamente ne condivide il contenuto)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...