#CARAUNIONE

La lettera del giorno

"La mia caduta e la mia rinascita, e quel sogno che tutti dovremmo inseguire"

Un racconto di dolore, ma anche di grande forza e speranza
alessio dall australia (foto inviata)
Alessio dall'Australia (foto inviata)

"Cara Unione,

scrivo per raccontarvi la mia storia, quella di un sogno apparentemente inafferrabile e che spero possa offrire nuove speranze a chi si trova in uno stato di depressione e scoramento.

Una storia di sogni infranti in realtà, e il primo quando, negli anni delle superiori, mi viene diagnosticato il diabete tipo 1, rendendomi insulino dipendente a vita e costringendomi a rinunciare a ciò per cui stavo studiando: diventare pilota d'aereo.

Poi il lavoro in aeroporto come addetto al carico e scarico bagagli, un lavoro duro ma in un ambiente che amo fino, però, al giorno che ha segnato per sempre la mia vita: un tragico incidente in moto, che mi costringe a mesi e mesi di riabilitazione dopo essere stato due mesi in coma.

Il mio braccio, dopo l'incidente, con quattro tendini recisi sembrava infatti completamente morto e non avevo nessun controllo su di esso. È grazie al prezioso aiuto del dottor Cara, che non smetterò mai di ringraziare per tutto quello che ha fatto, che in sei mesi riesco a riprendere a camminare e a muovere seppur lentamente l’arto.

Poi l’esperienza del cammino di Santiago, grazie a cui ammiro orizzonti che mai avrei pensato di vedere e conosco persone fantastiche.

Oggi mi trovo in Australia e cerco di realizzare il mio sogno, lo stesso che l'umanità insegue da sempre: essere libero.

E mi fa piacere condividere questa rinascita con tutti i vostri lettori".

Alessio Cogodi

***

Potete inviare le vostre lettere, segnalazioni e contenuti multimediali a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che esprimono opinioni, denunciano disservizi o anomalie e non necessariamente ne condivide il contenuto)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}