#CARAUNIONE

La lettera del giorno

"Riaprono le scuole, e torna il traffico in viale Marconi"

"C'è da chiedersi la motivazione della mancata rimozione almeno del divieto di svolta verso la via Mercalli"
auto in coda (archivio l unione sarda)
Auto in coda (Archivio L'Unione Sarda)

"Cara Unione,

mi allaccio alle molteplici lamentele dei lettori sulla situazione del traffico a Cagliari per segnalare ulteriormente la scandalosa e immutabile situazione del traffico in viale Marconi che, con la riapertura delle scuole, è collassata definitivamente con la fila che dalla mattina alle 8 arriva praticamente fino al centro di Selargius.

C'è da chiedersi la motivazione della mancata rimozione almeno del divieto di svolta verso la via Mercalli per chi proviene dall'hinterland, considerato che 'l'esperimento' testato dalla precedente amministrazione ha clamorosamente mancato nei suoi propositi, visto che il semaforo ancorché lasciato in funzione per il solo attraversamento pedonale a richiesta ha di fatto generato il fallimento della iniziativa, continuando ad interrompere il flusso veicolare come quando la svolta era consentita, ma costringendo tutti ad andare dritti ad intasare anche il tratto successivo della strada e spostando il problema al semaforo successivo.

Dei tanto pubblicizzati e imponenti lavori di adeguamento della strada ormai non si parla più, tutta pubblicità gratuita alla quale ormai non crede più nessuno, sarebbe stato sufficiente creare un attraversamento pedonale a ponte (come quello presso la Ex Algida) oppure a tunnel per risolvere la situazione ma tant'è una rotonda probabilmente non avrebbe le caratteristiche minime di diametro.

Faccio quindi appello al nuovo assessore affinché tra tutte le sue lodevoli iniziative di inizio mandato trovi il tempo anche di affacciarsi nell'incrocio per rendersi conto personalmente della situazione.

Il ripristino della viabilità antecedente consisterebbe in un intervento di un'ora di una squadra di operai per rimuovere le barriere e ripristinare il semaforo, tanto peggio tanto meglio.

Grazie per l'attenzione".

P.C. - Cagliari

***

Potete inviare le vostre lettere, segnalazioni e contenuti multimediali a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che esprimono opinioni, denunciano disservizi o anomalie e non necessariamente ne condivide il contenuto)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...