Michael Fallon, ministro della Difesa britannico, si è dimesso dal suo incarico.

Ne dà notizia la Bbc.

L'annuncio arriva all'indomani dello scandalo che ha travolto i ministri di Westminster, accusati a vario titolo di molestie sessuali.

Anche Fallon era nella "lista nera" finita sui giornali e su cui il primo ministro Theresa May ha aperto un'inchiesta: durante una cena fece "cadere" una mano sul ginocchio della conduttrice radiofonica Julia Hartley-Brewer, cosa di cui si è prontamente scusato.

"Negli ultimi giorni sono emerse accuse di molestie sessuali da parte di parlamentari - si legge nella lettera di dimissioni di Fallon - comprese alcune accuse sulla mia condotta in passato. Molte di queste sono false, ma ammetto che in passato mi sono comportato al di sotto degli alti standard richiesti alle Forze Armate che ho l'onore di rappresentare".

Tra i 36 nomi della blacklist, in mezzo a ministri, sottosegretari e funzionari, ci sono anche il braccio destro della May, Damian Green, ministro del Lavoro e delle Pensioni, e il sottosegretario Mark Garnier.

LA NOMINA - Come nuovo ministro della Difesa, la May ha nominato il 41enne Gavin Williamson, capogruppo dei conservatori in Parlamento, dove è entrato per la prima volta nel 2010, e segretario privato dell'ex premier David Cameron.

(Redazione Online/D)

Da sinistra Green, Fallon e Garnier

LO SCANDALO:

© Riproduzione riservata