Nelle terre pubbliche di Villagrande Strisaili sono stati abbattuti 101 suini, tutti non registrati all’anagrafe zootecnica e privi di proprietario oltre che di controlli sanitari.

Le attività, che rientrano nelle azioni di contrasto al virus della Psa (Peste suina africana) e nella lotta all'allevamento illegale dei suini, uno dei maggiori fattori di rischio per la permanenza del virus, si sono concluse oggi pomeriggio.

La Regione e l’Unità di progetto rivolgono un nuovo appello a chi ancora non si è messo in regola, in particolare nelle aree in cui l’eradicazione della Peste suina africana potrebbe costituire “un volano straordinario per il rilancio del comparto, in particolare quello della salumeria di qualità”. 

Resta l’attesa per lo sblocco dell'export.

(Unioneonline/s.s.)

© Riproduzione riservata