SPORT - SPORT DI SQUADRA

pallamano

La Raimond Sassari liquida il Fondi. In A2 sarde a bocca asciutta

Sesta vittoria di fila per la Raimond, che sta vivendo un momento magico
(foto claudio atzori)
(Foto Claudio Atzori)

La Raimond Sassari ha aperto il proprio 2020 timbrando la sesta vittoria consecutiva nella massima serie maschile di pallamano. Stavolta, a farne le spese è stato il Fondi, battuto 34-23 al PalaSantoru. I rossoblù, che hanno dovuto fare a meno di Stabellini, alle prese con un problema fisico rimediato in nazionale, dopo un primo tempo equilibrato, finito 14-12, hanno premuto sull'acceleratore e allungato il passo. Decisive le reti degli incontenibili Brzic (8), Pereira (7), Taurian (7), Nardin (6) e le parate del portiere Voliuvach, supportato nella ripresa da una difesa più solida.

I sassaresi sono balzati così al quinto posto, a quota 19, e già pensano alla trasferta a Conversano, dove affronteranno una delle due prime della classe.

A2 MASCHILE - Nella serie cadetta, fine settimana amaro per Verdeazzurro e OjSolution. I turritani allenati da Patrizia Canu e Patrizia Cossu sono stati sconfitti 34-22 dal Bologna United, balzato così al secondo posto e capace di sventare l'assalto dei sassaresi, che in caso di vittoria li avrebbero raggiunti in classifica.

Alla Polivalente di Nuoro, invece, il Secchia Rubiera, che occupa la seconda posizione proprio coi felsinei, si è imposto 18-28 e ha lasciato i nuoresi fermi in ultima posizione con un punto di penalizzazione.

B MASCHILE - Nella B regionale è stato un altro weekend positivo per il Cus Sassari. La prima squadra ha sconfitto 32-31(18-14 p.t.) i "cugini" della Verdeazzurro U19, che hanno regalato ai cussini un brivido accorciando le distanze nel secondo tempo. L'Under19 del Cus, invece, ha superato il Selargius 35-16 dopo essere arrivata all'intervallo avanti 18-8.

"Con la prima squadra siamo partiti benissimo in difesa e siamo andati subito sul 13-4. A quel punto ho fatto rifiatare chi avrebbe dovuto poi giocare in U19. Volevamo provare qualcosa di diverso in entrambe le fasi, ma abbiamo iniziato a difendere male e ad attaccare anche peggio. Abbiamo sofferto ma siamo riusciti a vincere", ha spiegato il coach del Cus Sassari, Gianmario Pittorru. "Nell'altra partita, invece, non c'è stata storia, ho visto una buona prova corale e anche chi gioca meno ha avuto un buon minutaggio. Vorrei sottolineare la prova dei portieri Melis e Giuffrida che, visto il lungo infortunio di Pinna Nossai, stanno disputando ben tre campionati".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}