SPORT - CALCIO REGIONALE

ECCELLENZA

Castiadas, società e squadra da rifare

Una compagine che scrive un nuovo futuro
la vittoria contro il carbonia (l unione sarda andrea serreli)
La vittoria contro il Carbonia (L'Unione Sarda - Andrea Serreli)

Sarà un Castiadas tutto da rifondare quello che parteciperà al prossimo torneo di Eccellenza. Ci sarà il cambio della società dopo le dimissioni del vice presidente Mauro Vargiolu e quelle da ufficializzare del presidente Pierpaolo Piu che sono stati in questi anni al vertice societario col patron Cenzo Zaccheddu, imprenditore turistico che si è fatto da parte già da diversi mesi.

Si dovrà per forza partire dalla nuova società. Si parla di una cordata della quale potrebbe far parte Saverio Onano, imprenditore turistico, l'uomo che per primo ha fatto grande il Castiadas (con i suoi collaboratori di allora), portandolo dalla Prima categoria alla serie D. Anni magici per un paese turisticamente importante ma con appena 1700 abitanti. Quel Castiadas resta legato a momenti straordinari (vedi gli spareggi per la D vinti contro Camaiore e Cesenatico con l'allenatore-giocatore Andrea Piccarreta).

Vedere questo piccolo Castiadas affrontare squadroni della penisola appariva davvero straordinario. Dopo tanti anni, Saverio Onano si è messo da parte, col subentro di Cenzo Zaccheddu, Pierpaolo Piu e Mauro Vargiolu, che hanno contribuito a scrivere per diversi anni altre bellissime pagine di sport anche in serie D. Quest'anno la D è stata mancata di un soffio, per tre punti che (se conquistati nel pre-Covid) avrebbero consentito la promozione diretta con una squadra capace di bellissime partite con giocatori come Sylla, Manga, Seck, Fernandez, Tasfei, Malandra, Correa, Cavallaro, Olivieri, Carboni e tanti altri e con un allenatore bravo quanto sanguigno come Carlo Cotroneo.

Ma ormai anche questo capitolo fa già parte del passato. C'è da ricostruire il Castiadas, rimasto praticamente senza dirigenti e senza giocatori. Chi si prenderà questo incarico? Uno dei papabili potrebbe appunto essere Saverio Onano che darebbe sicure garanzie. Staremo a vedere. Una vicenda ovviamente seguita dall'amministrazione comunale che intanto ha realizzato un campo-gioiello con tribune coperte e altri servizi. Ma quale sarà il futuro? Bisogna attendere ancora con la certezza comunque che dirigenti uscenti e nuovi rimangano vicini attorno a questo gioiello chiamato Castiadas. Che ha davvero bisogno di tutti. Dei tifosi e di quanti hanno contribuito a scrivere per anni pagine calcistiche davvero straordinarie.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}