SPORT - CALCIO REGIONALE

prima categoria

Pugni e schiaffi in campo: sconfitta a tavolino per Tharros e Capoterra

L'allenatore Nulchis ha colpito al volto un giocatore della squadra avversaria
immagine simbolo (foto pixabay)
Immagine simbolo (foto Pixabay)

Il giudice sportivo della Figc regionale ha inflitto la sconfitta a tavolino alla Tharros di Oristano e al Capoterra dopo la rissa in campo di domenica scorsa. La Tharros resta al primo posto con 43 punti.

Stando a quanto si legge nel comunicato della Figc, al 38' del secondo tempo dopo la rete dell' 1- 2, quattro calciatori del Calcio Capoterra si sono diretti verso la panchina della Tharros e hanno esultato "in modo provocatorio, con urla e gesti", nei confronti degli avversari.

Immediatamente dopo, Maurizio Nulchis, allenatore della Tharros, secondo quanto si legge nel comunicato, "faceva ingresso nel terreno di gioco e colpiva con un violento pugno al petto un calciatore del Calcio Capoterra, che rimaneva per alcuni minuti a terra, in conseguenza del colpo subito".

A questo punto "tutti i giocatori e i tesserati di entrambe le squadre davano origine a una rissa che durava cinque minuti e nel corso della quale i tesserati di entrambe le squadre si colpivano con pugni, schiaffi e spintoni".

L'arbitro aveva individuato, nella circostanza "i giocatori Sperandio Federico, Pinna Francesco, Corda Ilario della Tharros e Lucchesu Roberto, Maggio Luigi, Palmas Mauro del Calcio Capoterra", squalificati ora per tre giornate.

L'allenatore della Tharros Nulchis è stato squalificato sino al 15 giugno.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...