SPORT - CALCIO

sconfitta a torino

Ronaldo affonda il Cagliari: contro la Juventus finisce 2-0 VIDEO

Una doppietta del portoghese consegna i tre punti ai bianconeri

Sconfitta per il Cagliari nella trasferta di Torino contro la Juventus, valida per l'ottava giornata di serie A. All'Allianz Stadium finisce 2-0, con i bianconeri che conquistano il successo grazie a una doppietta di Cristiano Ronaldo.

Una sfida già alla vigilia problematica per i rossoblù, a causa delle assenze di Godin, positivo al Covid-19, di Nandez, in isolamento, e di Lykogiannis, infortunato.

LE FORMAZIONI - Per il match, dunque, mister Di Francesco è costretto a rimescolare le carte, schierando titolari Cragno, Zappa, Pisacane, Klavan, Walukiewicz, Tripaldelli, Marin, Rog, Ounas, Joao Pedro e Simeone.

Andrea Pirlo risponde invece con Buffon, Cuadrado, Demiral, De Ligt, Danilo, Bernardeschi, Rabiot, Arthur, Kulusevski, Morata e Ronaldo.

Direzione di gara affidata all'arbitro Fabio Maresca.

PRIMO TEMPO - Il Cagliari parte con grinta, ma i padroni di casa prendono presto in mano l'iniziativa e iniziano a schiacciare i rossoblù nella propria area.

Un possesso che si concretizza all'11esimo, quando Bernardeschi va in rete, servito da Morata. Maresca però annulla per offside dello spagnolo.

Alla mezzora altra occasionissima Juve: ci prova Kulusevski servito da Cuadrado, ma il sinistro del numero 44 bianconero finisce fuori di un soffio.

Ma la rete dei campioni d'Italia è nell'aria e arriva al 38'. La sigla Ronaldo, imbeccato da Morata: il portoghese stoppa, disorienta Zappa e Pisacane e poi di destro buca Cragno per l'1-0.

Al 42esimo CR7 firma anche il raddoppio: corner di Cuadrado, Demiral corregge di testa e il fuoriclasse bianconero trova con una splendida coordinazione la deviazione vincente.

Si va al riposo sul 2-0.

Joao lotta contro la difesa bianconera (Ansa)
Joao lotta contro la difesa bianconera (Ansa)

SECONDO TEMPO - Nella ripresa Di Francesco prova subito a cambiare, lanciando subito Sottil al posto di Tripaldelli. Ma è la Juventus a fare ancora il gioco, nonostante i tentativi dei rossoblù di affacciarsi dalle parti di Buffon.

Dopo 9 minuti occasionissima per gli uomini di Pirlo: corner dalla destra e stacco di testa imperioso di Demiral, con la palla che si stampa sulla traversa.

Al 65' la Juve sfiora il tris: azione di Bernardeschi da sinistra, palla per Morata ma il destro dello spagnolo finisce sopra la traversa.

Poi è il Cagliari ad andare in rete: Klavan batte Buffon di testa su cross di Marin, ma Maresca non convalida per offside del numero 8, imbeccato da Ounas dopo un corner. Non solo: nello stacco Klavan rimedia un colpo e una ferita alla testa ed è costretto a lasciare il posto a Carboni. DiFra ne approfitta e lancia anche Caligara al posto di Marin.

Ma è ancora Juve, che con Dybala appena entrato e Kulusevski semina il panico nella retroguardia rossoblù.

A 10 dalla fine Di Francesco inserisce anche Pavoletti e Oliva, richiamando in panchina Simeone e Ounas.

La partita però non riserva più sorprese: la Juve controlla il doppio vantaggio e il Cagliari sembra ormai stanco per provare a cercare la via del gol. E così dopo 4 minuti di recupero Maresca fischia la fine del match.

Festa per la Juve, amarezza per il Cagliari, che limita comunque i danni nonostante una prestazione tutt'altro che esaltante.

(Unioneonline/l.f.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}