SPORT - BASKET

animi tesi

Supercoppa: l'esterno Delfino, del Pesaro, squalificato per aver colpito Pusica della Dinamo

Deplorazione per la guardia serba e per Kruslin
filip kruslin stato deplorato dal giudice sportivo (foto dinamo)
Filip Kruslin è stato deplorato dal giudice sportivo (foto Dinamo)

Gli animi tesi alla fine della partita vinta dalla Dinamo su Pesaro per 86-71 hanno avuto conseguenze. Nonostante il pronto intervento dei giocatori l'esterno Carlos Delfino del Pesaro è entrato in contatto e ha colpito il play-guardia della Dinamo Vasa Pusica, l'anno scorso proprio nelle fila marchigiane. Gli arbitri lo hanno visto e segnalato.

Il giudice sportivo ha quindi comminato due turni di stop a Delfino "perché, al termine della gara, colpiva lievemente alla nuca un avversario e, alla reazione di questo, gli afferrava la testa, cingendola con un braccio e lo colpiva con un pugno all'altezza del costato, senza provocare danno. Il fatto non continuava per il pronto intervento degli altri atleti".

Deplorazione invece per due giocatori del Banco di Sardegna. Pusica "per aver reagito ad una provocazione di un tesserato avversario, arrivando a contatto fisico con lo stesso. Nella determinazione della sanzione si è tenuto conto delle attenuanti generiche e dell'attenuante specifiche di aver reagito ad un fatto ingiusto altrui" Invece la guardia Filip Kruslin è stato deplorato " perché, al termine della gara, teneva un comportamento provocatorio ed offensivo nei confronti dei dirigenti della squadra avversaria".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}