POLITICA

Decreto Rilancio, raffica di emendamenti dei deputati sardi

Le proposte di modifica da oggi in votazione in commissione Bilancio di Montecitorio.

Ambiente, isole minori, famiglia, finanze e nautica: a tutto campo gli emendamenti presentati dai deputati sardi al decreto-legge “Rilancio” in V commissione alla Camera che sono stati segnalati e sono in votazione da oggi.

Proposte grilline. Dal gruppo del Movimento 5 stelle, il più folto a Montecitorio, si va dalla proposta di Pino Cabras di realizzare «un'apposita piattaforma elettronica la cui gestione informatica e telematica è affidata a una struttura del ministero dell'Economia» per la gestione dei conti correnti di risparmio, a quella di Paola Deiana che suggerisce, vista la mole di rifiuti che i dispositivi di protezione individuale monouso producono, di emanare linee guida specifiche «per la produzione di mascherine chirurgiche e DPI idonei al riuso e al riciclo». Mara Lapia ha presentato una modifica affinché, per sopperire alla carenza di personale medico dedicato all'assistenza territoriale, anche ai medici in possesso di diploma di specializzazione in medicina di comunità sia consentito l'esercizio dell'attività di medico chirurgo di medicina generale.

Correttivi economici. Agevolazioni per i soggetti che hanno iniziato l'attività dopo aprile 2019 sono state indicate da Bernardo Marino: l'ammontare del contributo a fondo perduto, in questi casi, sarà determinato applicando una percentuale alla differenza tra l'ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 e quello del primo mese di attività. Secondo Lucia Scanu è necessario istituire una cedolare secca agevolata per gli immobili ad uso abitativo ed estendere al 100 per cento il tax credit vacanze per il costo dei pernottamenti prenotati nelle strutture turistico ricettive alberghiere ed extra alberghiere tra il primo settembre 2020 e il 30 aprile 2021. Andrea Vallascas interviene sull'ecobonus prevedendo che, per accedervi, i lavori di efficientamento devono garantire un miglioramento dell'indice di prestazione termica del 30%.

Il deputato di Fratelli d'Italia Salvatore Deidda compie un nuovo tentativo per istituire una zona franca produttiva nelle isole minori. Tra le isole coinvolte dalla misura, se venisse approvata, ci sarebbero anche Asinara, Caprera, La Maddalena, Molata, Razzoli, Santa Maria, Santo Stefano, Spargi, Tavolara e San Pietro. Sempre dai banchi dell'opposizione, ma stavolta da Guido De Martini della Lega, arriva la proposta di maggiorare il bonus baby-sitter di 1200 euro di ulteriori 300 euro per ciascun figlio successivo al primo.

Nautica e vacanze. Gavino Manca del Pd ha chiesto di riconoscere alle società di charter nautico titolari di partita Iva al 23 febbraio 2020, la facoltà di non pagare il canone di locazione o i contratti di ormeggio per il mese di marzo 2020 e fino al termine dell'emergenza, nella misura del 60% dell'ammontare mensile. Il tax credit vacanze può essere utilizzato per il pagamento dei servizi offerti dalle imprese di trasporto aereo e marittimo per il trasferimento nelle isole maggiori, Sardegna e Sicilia.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}