SALUTE

Lotta ai tumori

Cancro al seno, troppi ritardi per le cure nell'Isola: "Inamissibile e sconcertante"

La denuncia, dopo gli appelli di molte associazioni di pazienti, ripresa dal consigliere regionale Desirè Manca
immagine simbolo (foto da google)
Immagine simbolo (foto da Google)

"A Sassari stop agli interventi per le pazienti affette da tumore al seno. Inammissibile e sconcertante. A maggior ragione se la situazione, drammatica, è determinata da una carenza di sale operatorie".

La denuncia è del capogruppo M5S nel Consiglio regionale della Sardegna, Desirè Manca, che riprende le segnalazioni arrivate nell'Isola da associazioni di pazienti che vivono nell'impossibilità di fissare una data utile per un intervento.

"C'è qualcosa di malato nel meccanismo che governa la sanità in Sardegna", osserva. "Meccanismo che va rodato e registrato alla svelta perché il tumore non aspetta e non va certo in ferie, e il diritto alla salute e alla vita va garantito a ogni singolo cittadino dell'Isola".

"Si paventano soluzioni improvvisate - aggiunge Manca -, io intanto ho chiesto una visita urgente alla struttura dell'Aou con l'assessore della Sanità Mario Nieddu e del presidente del Consiglio regionale. Non si può continuare a rimanere inermi davanti a ciò che succede a Sassari, ci devono essere risposte urgenti e immediate. Non c'è nemmeno il tempo di attendere l'insediamento del nuovo commissario, ripeto: il tumore non aspetta, non segue di certo i tempi biblici di una politica che ignora il valore della salute e della vita. Non si può più aspettare. Sassari non può più aspettare".

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...