CRONACA - MONDO

Bruxelles

Il Belgio rifiuta di accogliere i pazienti italiani. La premier: "Attendiamo il picco"

"Se poi dovessero mancare letti nel momento del bisogno, sarebbe difficile spiegarlo ai cittadini"
il premier sophie wilm s (foto ansa epa)
Il premier Sophie Wilmès (foto Ansa/Epa)

Il Belgio non accoglierà nei suoi ospedali pazienti stranieri positivi al coronavirus, e ha già rifiutato le richieste in questo senso fatte da Italia e Paesi bassi.

A riportarlo il quotidiano "De Tijd", che cita fonti del gabinetto del primo ministro Sophie Wilmès.

"Finché non avremo raggiunto il picco dell'epidemia riserveremo i nostri ospedali ai residenti in Belgio", hanno fatto sapere dal gabinetto di Wilmès.

Il sistema sanitario belga è ancora lontano dalla saturazione e, secondo i dati forniti ieri dalle autorità, dispone ancora di 982 letti in terapia intensiva su 1.456 disponibili.

Tuttavia, "ora non possiamo permetterci di accogliere pazienti dall'estero. Se accettassimo le sollecitazioni di altri Paesi e poi dovessero mancare dei letti nel momento del bisogno, sarebbe difficile spiegarlo alla popolazione", dichiara la fonte citata dal quotidiano.

Ad oggi, Germania, Lussemburgo e Svizzera sono stati i primi Paesi ad accogliere alcuni pazienti italiani o francesi nei propri ospedali.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...