CRONACA - MONDO

covid

La Spagna nella morsa del virus: più di 700 morti in un giorno, si sfiorano i 50mila contagi

Superate le vittime cinesi, e la curva sembra essere anche peggiore di quella italiana
militari nell ospedale da campo allestito alla fiera di barcellona (ansa)
Militari nell'ospedale da campo allestito alla Fiera di Barcellona (Ansa)

Si fa sempre più pesante e drammatico il bilancio dei contagi e delle vittime da coronavirus in Spagna.

Superato il numero dei decessi registrati in Cina, il Paese è ormai secondo solo all'Italia anche come numero di contagi in Europa. E la curva è persino più preoccupante di quella del nostro Paese.

I morti sono 3.434, con un aumento record di 738 decessi in un giorno, il maggiore da quando è cominciata l'emergenza.

I casi confermati nel Paese salgono ad un totale di 47.610, con 7.937 contagi in appena 24 ore. Colpita nelle ultime ore anche la vicepremier Carmen Calvo, che è stata ricoverata in ospedale.

La municipalità di Madrid è la più colpita, come dimostrano le immagini dei malati ammassati per terra nelle corsie degli ospedali. Nelle ultime 24 ore a Madrid sono morte 290 persone, portando il totale delle vittime della capitale a 1.825, più della metà del totale dei deceduti spagnoli.

Eppure il ministro dell'Interno Fernando Grande Marlaska ostenta un cauto ottimismo, e ritiene che già fra qualche settimana, dopo Pasqua (12 aprile), si possa cominciare ad alleggerire le misure straordinarie adottate per contrastare la diffusione del contagio.

Lo stato di allerta è stato prorogato sino all'11 aprile e le celebrazioni della "semana santa" sono state annullate.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...