CRONACA - MONDO

cina

Coronavirus, le vittime salgono a 106. Primo caso confermato in Germania

In Sardegna in fase di attivazione una rete di sorveglianza per l'individuazione di casi sospetti

C'è un primo caso confermato di coronavirus cinese in Germania, nel Land della Bavieria.

Lo ha reso noto il ministero della Salute.

"Un uomo della zona di Starnberg è stato infettato dal nuovo virus" ed "è stato posto sotto controllo medico e in isolamento," ha spiega un portavoce del dicastero.

Il paziente sarebbe "in buone condizioni mediche" e i parenti sarebbero stati informati dei sintomi che possono comparire in caso di malattia, nonché delle precauzioni igieniche da adottare.

Il ministero della Salute bavarese non ha fornito ulteriori informazioni sull'uomo o sulle circostanze in cui potrebbe essere stato infettato dal virus.

La Germania diventa così il secondo Paese in Europa a essere colpito dal coronavirus, dopo tre casi in Francia confermati il 24 gennaio.

Intanto l'epidemia di polmonite virale ha già ucciso 106 persone - di cui 100 nella sola provincia di Hubei - in Cina e circa 4.515 persone sono state infettate nel Paese.

Secondo la Commissione sanitaria nazionale cinese, 976 pazienti restano in condizioni critiche, mentre sono 6.973 i casi di sospetto contagio da 2019-nCoV.

Per circoscrivere l'infezione la Cina ha deciso il rinvio sine die dell'inizio del secondo semestre per scuole e università.

Il ministero dell'Educazione, con gli studenti nel pieno delle vacanze del Capodanno lunare, non ha fornito ulteriori dettagli.

LA TASK FORCE IN SARDEGNA - Al via anche in Sardegna la task force anti-coronavirus che coordinerà l'attività di prevenzione e di sicurezza sanitaria nel caso in cui vengano segnalate emergenze.

Una rete di sorveglianza su tutto il territorio regionale e precisi criteri per l'individuazione di casi sospetti.

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...