CRONACA - MONDO

usa

Decine di ragazzini con gravi problemi respiratori, e tutti usano sigarette elettroniche

Sono arrivati in ospedale tutti con gravi difficoltà respiratorie, alcuni anche con vomito, dolori al torace e altri disturbi
immagine simbolo (ansa)
Immagine simbolo (Ansa)

Più di trenta giovanissimi ricoverati in ospedale nelle ultime settimane per gravi problemi respiratori. Unica cosa in comune, tutti hanno fumato nicotina o marijuana con sigarette elettroniche.

Succede negli Stati Uniti, dove i dipartimenti di Sanità pubblica di Illinois, Minnesota e Wisconsin stanno studiando questi e un'altra ventina di casi di emergenza che secondo i medici sarebbero causati dallo svapo di alcune sostanze, forse anche droghe illegali o liquidi adulterati con del Thc, il principio attivo della cannabis.

I SINTOMI - Quasi tutti sono arrivati in ospedale con evidenti difficoltà di respirazione. Alcuni anche con dolori al torace, vomito e altri disturbi. Alcuni di loro hanno subito gravi danni ai polmoni, e ci sono volute settimane di trattamento in Terapia intensiva perché si riprendessero. C'è anche chi ha subito delle lesioni permanenti.

Tutti i pazienti hanno riferito di aver utilizzato sigarette elettroniche. Quel che non è chiaro è se sia stato lo svapo a causare le lesioni o qualche ingrediente utilizzato, e in quest'ultimo caso quale.

"Sappiamo che molti ragazzini sono arrivati in gravi condizioni in ospedale, sappiamo che fumavano tutti sigarette elettroniche, ma non conosciamo ancora l'agente causale. Per ora non abbiamo indizi che indicano una sostanza specifica diversa da quelle associate al fumo o allo svapo", dichiara al New York Times il dottor David Gummin.

Inizialmente si pensava ad una malattia infettiva, ma visto che i pazienti non rispondevano alle cure antibiotiche i medici hanno pensato a sostanze tossiche. "Tutti sono stati disponibili nel parlare della loro storia recente, e tutti quelli che hanno parlato ci hanno dato alcuni indizi che portano allo svapo, anche se senza indicarci una direzione specifica".

Tutti i pazienti hanno inoltre affermato di aver utilizzato dispositivi "aperti", che consentono ai consumatori di creare le proprie miscele di liquidi.

I RISCHI DELLO SVAPO - Per la dottoressa Emily Chapman, responsabile medico del sistema ospedaliero del Minnesota, non è detto che i pazienti riescano a riprendersi completamente. E le difficoltà nel capire da cosa derivi questo boom di adolescenti in ospedale con problemi respiratori è dovuta in particolare a una cosa, spiega: "Abbiamo così poca esperienza con lo svapo, rispetto a quella che abbiamo con sigari e sigarette. Ci è voluto molto tempo per capire che le sigarette erano collegate al cancro al polmone.

Diverse agenzie e università stanno studiando i possibili rischi. Un recente studio delle università di Yale e Duke ha identificato - in alcuni liquidi delle sigarette elettroniche Juul - degli acetali, sostanze chimiche molto irritanti per i polmoni che, se inalate, possono causare seri danni. Juul non è d'accordo con le conclusioni dello studio.

La Fda (Food & Drug Administration), che ha ricevuto 127 segnalazioni di convulsioni o sintomi neurologici, sta studiando se esiste una relazione diretta con l'uso di sigarette elettroniche.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...